Wise Society : Fa’ la cosa giusta: rispetta le donne
ARTICOLI Vedi tutti >>

Fa’ la cosa giusta: rispetta le donne

Quest'anno la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili – dal 15 al 17 Marzo in Fieramilanocity – mette al centro il tema della violenza sulle donne

Francesca Tozzi
6 marzo 2013

L’8 marzo, tradizionale appuntamento con la Festa della donna, è sempre un’occasione per sciorinare una serie di numeri relativi alle violenze subite dalle donne per lo più in ambito domestico, numeri che suscitano indignazione e proteste. Il giorno dopo si parla d’altro ma il problema rimane. Per questa ragione Fa’ la cosa giusta!, fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili – che dal 15 al 17 Marzo 2013 tornerà a Fieramilanocity, storico quartiere fieristico di Milano – dedicherà spazi e iniziative alla lotta contro il femminicidio, la violenza e i maltrattamenti. Nata nel 2004 a Milano da un progetto della casa editrice Terre di mezzo e giunta ormai con successo alla sua decima edizione, Fa’ la cosa giusta! quest’anno mette, infatti, al centro del programma culturale questo tema per sensibilizzare, informare e presentare il problema in tutte le sue sfaccettature, per contribuire a costruire la cultura del rispetto.

 Venerdì 15 marzo si comincia con un primo incontro sul tema Violenza sulle donne: “Chi sono i veri uomini” dalle 18 alle 19.30 in Piazza Pace e Partecipazione Se ne discuterà con Simone Perotti, autore di “Dove sono finiti gli uomini” e con Fulvia Colombini, Segretaria della CGIL Lombardia responsabile delle Politiche dell’Immigrazione con delega sulle politiche di genere per la CGIL Lombardia.

Sabato 16 marzo dalle 16 alle 18.00 in sala Lea Garofalo sarà proiettato il documentario Get Toghether Girls: racconta la storia del progetto di sartoria creato da Grazia Orsolato a Ngong, in Kenya, per dare speranza a sei ex ragazze di strada, che hanno alle spalle un’infanzia di abusi e di violenza e che con il lavoro si sono ricreate un futuro. Seguirà dibattito con Grazia Orsolato, responsabile del progetto, e Luigia Cassina, responsabile Coordinamento donne Cisl Milano, sul progetto “Cambiare strada si può”, intervento a sostegno delle donne vittime di tratta tramite l’erogazione di borse-lavoro per l’autonomia.

Domenica 17 marzo ci sarà l’incontro “Un tè al femminile” dalle 14.30 alle 16.00 presso lo stand di CISL Un tè per parlare con le donne pakistane della discriminazione sul lavoro e delle loro storie di migrazione. Henneh e degustazione piatti tipici. Progetto co-sviluppo Comune Mi 2010. Con R. Brembilla, resp. Coord. donne Cisl Lombardia; Anolf e Iscos Lombardia; Donne migranti della comunità pakistana. A cura di Cisl Lombardia.

Alle 18.00 in Auditorium Novamont ci sarà lo spettacolo “Camminare scalza, un bicchiere d’acqua e la primavera“, la storia del viaggio di una donna dalle catene di una relazione asfissiante e pericolosamente violenta al profumo della primavera. Una storia vera raccontata dagli amici di Velia (nome di fantasia) che sono in larga parte gli artisti che vedrete sul palco.

Tutti i giorni sarà possibile visitare la mostra No al silenzio! – basta violenza sulle donne. La Mostra tratta il tema usando l’ironia e l’autoironia delle vignette del satirist Furio Sandrini, alias Corvo Rosso, a dispetto della censura e autocensura in cui quotidianamente affonda la dolorosa e purtroppo sempre attuale scabrosità dell’argomento. A cura di Corvo Rosso Magazine on line e Furio Sandrini.

Il programma completo degli eventi è disponibile sul sito falacosagiusta.terre.it

Get Toghether Girls

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6397 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 11031 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9822 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12594 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 232
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY