Wise Society : Fa’ la cosa giusta! Dal 29 aprile all’1 maggio torna la fiera del vivere sostenibile

Fa’ la cosa giusta! Dal 29 aprile all’1 maggio torna la fiera del vivere sostenibile

di Mariella Caruso
28 Aprile 2022

Dopo due anni di stop a causa della pandemia, torna finalmente la fiera del vivere sostenibile, in scena a Milano dal 29 aprile all'1 maggio. Ecco programma e ospiti

Pace, accoglienza, gentilezza, cura del pianeta e del prossimo sono i temi della 18esima edizione di Fa’ la cosa giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Organizzata da Terre di mezzo Editore, la Fiera torna da venerdì 29 aprile a domenica 1 maggio, dalle 9 alle 20, nella storica sede di Fieramilanocity dopo due anni di stop a causa della pandemia.

Fa' la cosa giusta!

Foto Alessia Gatta

Fa’ la cosa giusta! torna finalmente in presenza

Sarà una ripartenza in grande stile sia per i visitatori ai quali è riservato l’ingresso gratuito con registrazione obbligatoria, sia per le oltre 500 aziende che con i loro progetti animeranno le sezioni tematiche e gli spazi speciali dell’evento totalmente dedicato alla sostenibilità e al vivere green.

Le sezioni tematiche

Ce n’è davvero per tutti i gusti: sono infatti ben 10 le sezioni tematiche attorno a cui si costruisce la fiera milanese del vivere sostenibile. 

  1. Turismo Consapevole e Grandi Cammini
  2. Il pianeta dei piccoli
  3. Critical Fashion
  4. Cosmesi Naturale e Biologica
  5. Mangia come parli
  6. Street Food
  7. Area Vegan
  8. Pace e partecipazione
  9. Servizi per la sostenibilità e mobilità
  10. Abitare Green

E allora scopriamo più da vicino il cuore di ciascuna sezione tematica. Si parte dal Turismo Consapevole che in quest’edizione si allarga ai Grandi Cammini, un progetto che riunisce camminatori, istituzioni, tour operator e guide disponibili a dare suggerimenti a chi vuole intraprendere un viaggio non inquinante, magari a piedi o sfruttando gli itinerari del cicloturismo.

Torna poi il Pianeta dei piccoli con tutte le proposte dedicate all’infanzia, dall’abbigliamento ai giochi. La sezione ospita anche laboratori e incontri dedicati alla scoperta della bellezza, al riciclo e riutilizzo di materiali di scarto e all’autoproduzione, ai quali i bambini potranno partecipare imparando e divertendosi allo stesso tempo.

Le proposte di moda sostenibile sono raccolte nella sezione Critical Fashion, dove a farla da padroni sono materie prime a basso impatto come i filati rigenerati ottenuti da scarti vegetali e il riuso di teloni pubblicitari. Una sezione dedicata a tutti coloro che cercano valide alternative alla fast fashion, uno dei settori produttivi più inquinanti del pianeta.

Critical Fashion a fa' la cosa giusta

Foto Alessia Gatta

Cosmetici solidi di origine naturale, nuovo design utile a evitare lo spreco di prodotti, attenzione al packaging sono i protagonisti della sezione Cosmesi Naturale e Biologica, un settore che ormai ha acquisito sempre più consensi anche nell’ottica del zero waste.

 I prodotti da agricoltura biologica, biodinamica, quelli a chilometro zero, della filiera del commercio equo e solidale, i presidi Slow Food e quelli frutto dell’economia carceraria trovano spazio nella sezione Mangia come parli.

A coloro che hanno rinunciato a qualsiasi prodotto animale, compresi latte e miele, è dedicata l’Area Vegan dove la carne è vegetale, i formaggi sono di mandorla e gli integratori sono cruelty free. Un luogo in cui scoprire la cucina vegetale e innamorarsi di nuovi ingredienti e di nuovi modi per presentare piatti tradizionali.

Arredamento e complementi eco-compatibili, bioedilizia, efficientamento energetico, energia prodotta da fonti rinnovabili e tutto ciò che permette di vivere con il minimo impatto ambientale trova posto nella sezione Abitare green, l’area tematica dedicata a chi vuole rendere la propria vita in casa più sostenibile.

Il terzo settore e la cooperazione dividono gli spazi della sezione Pace e partecipazione, che ospita anche mostra fotografica Terra Madre, mentre gli altri progetti, dalla finanza etica al car pooling, dall’economia circolare alle app sostenibili sono aggregate nella sezione Servizi per la sostenibilità e mobilità. Per rifocillarsi ci sono i truck della sezione Street Food.

Laboratorio bambini a Fa' la cosa giusta!

Laboratorio per bambini a Fa’ la cosa giusta! – Foto Alessia Gatta

 Gli spazi speciali

 Oltre alle 10 sezioni tematiche, Fa’ la cosa giusta ospita cinque spazi speciali a partire da Fa’ la cosa giusta! Umbria, approfondimento del territorio di quella regione con 15 produttori. Gli altri spazi sono dedicati all’Economia circolare, ai Territori resistenti che rinascono sostenibilmente lontano dalle grande città, ai progettisti, grafici e artigiani della Salumeria del Design, e al benessere sessuale e di coppia della Bottega della Luna park.

Gli ospiti e i talk di Fa la cosa giusta! 2022

Oltre alle aree tematiche e agli espositori che le animeranno, è ricchissimo anche il palinsesto del programma culturale, che comprende per tutti e tre i giorni della fiera, gli incontri con gli ospiti e tutti i laboratori, dedicati anche ai più piccoli.

Tra gli ospiti segnaliamo padre Alex Zanotelli che 30 aprile alle 14 dialogherà con Gad Lerner nell’incontro “Perché non siamo una umanità plurale”. Domenica 1 maggio alle 15 la pedagogista Laura Beltrami e lo psicologo Matteo Mangiagalli affronteranno il tema di come spiegare la guerra ai bambini. Sabato 30 aprile alle 16, l’attivista ugandese Vanessa Nakate interverrà in video in un dibattito sull’Africa subsahariana, luogo-simbolo delle emergenze umanitarie. Sempre sabato 30 aprile alle 16, Lisa Casali, spiegherà “come si diventa un vero consumatore sostenibile”.

Sfide, la scuola di tutti

È dedicata a tutti gli attori del mondo della scuola la quinta edizione di Sfide – La scuola di tutti, salone dedicato ai protagonisti del mondo della scuola – dagli studenti agli insegnanti – e al confronto per trovare idee pratiche per una didattica che cambia. Articolato in 50 microeventi è un salone nel salone, organizzato all’interno di Fa’ la cosa giusta. Anche in questo caso l’ingresso è gratuito previa registrazione. Il programma, anche in questo caso, è ricco, ampio e variegato.  


Per avere ulteriori informazioni, scoprire tutti gli eventi e gli espositori che parteciperanno alla fiera, vi invitiamo a consultare il sito web ufficiale di Fa’ la cosa giusta!


Mariella Caruso

© Riproduzione riservata
Altri contenuti su questi temi:
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 71329
Correlati in Wise
 
DALLA COMMUNITY