Wise Society : Autoproduzione ai tempi del Coronavirus, un aiuto dai blog
SPECIALE : Tutte le news sul Coronavirus
ARTICOLI Vedi tutti >>

Autoproduzione ai tempi del Coronavirus, un aiuto dai blog

A causa dell’emergenza Coronavirus, in molti scoprono o riscoprono il piacere di creare da sé cibo, detergenti, cosmetici. In rete sono molti i siti con suggerimenti e ricette per produrre tutto in casa

Maria Enza Giannetto
1 aprile 2020

Nella quotidianità “alterata” che stiamo vivendo a causa dell’emergenza Coronavirus, in molti si ritrovano con più tempo libero. E in molti scoprono o riscoprono il piacere dell’autoproduzione: un modo utile per ingannare le paure, magari producendo qualcosa di utile per la propria casa o da mettere in tavola.
Dal lievito madre al profumo per la casa, passando per gel disinfettante, detersivi e cosmetici, ecco allora qualche indicazione sui blog di autoproduzione più noti e aggiornati.

Il lievito istantaneo e i detersivi

Il blog Autoproduciamo.it di Lucia Cuffaro (leggi qui la sua intervista su lotta allo spreco e autoproduzione) è un vero punto di riferimento per chi si accinge a creare e produrre detergenti, cosmesi e ricette culinarie con un occhio alla salute propria e dell’ambiente e l’altro al portafoglio, oltre a garantire un gran divertimento riscoprendo il sapere perso dalle proprie mani. Tra gli utilissimi post, spicca quello su come produrre il lievito istantaneo con aceto e bicarbonato visto che il lievito di birra è tra i prodotti che più scarseggiano sugli scaffali dei supermercati è proprio il lievito di birra.  Tante idee che hanno trovato spazio anche nella Scuola di autoproduzione online con 40 video lezioni che racchiudono 10 anni di approfondimenti e di pratica nel mondo dell’autoproduzione, corsi, seminari e laboratori e l’esperienza di divulgazione televisiva nell’ambito della trasmissione su Rai, Unomattina.

Come creare un olio vegetale per le mani

Strutturato come una sorta di laboratorio collettivo è il Laboratorio dell’Autoproduzione, un portale nato con l’intenzione di diffondere la cultura del fatto in casa. Il Laboratorio dell’Autoproduzione è un portale collettivo di riferimento per tutti coloro che gravitano attorno a questo tema: autonomi, collettivi, blogger, sperimentatori isolati, professionisti dell’autoproduzione che offrono cari tutorial su come imparare ad essere autonomi autonomi nell’autoproduzione di diversi beni. Un esempio è l’oleolito al limone ovvero un olio vegetale contenente le benefiche proprietà del limone per ammorbidire le mani.

Mamam e figlia creano in cucina

Foto: iStock

In cucina con inventiva e creatività

Ecocucina della scienziata ambientale Lisa Casali è un blog che offre consigli su come ridurre il proprio impatto ambientale grazie alle scelte che facciamo ogni giorno proprio a partire dal cibo. Grande sperimentatrice, Lisa Casali offre tanti spunti per azzerare gli sprechi e ottimizzare al massimo ingredienti, acqua ed energia. Oltre a tutti i post, la divulgazione, i consigli, i corsi e le conferenze di questi anni, segnaliamo il post legato a questo periodo sulla cucina in casa ai tempi del Coronavirus.

Un altro blog particolarmente seguito e aggiornato è naturalmentestefy.it di Stefania Rossini. La blogger posta periodicamente ricette, consigli, esperienze semplici, pratici ed economici per auto produrre saponi, ecocosmesi, panificio, orto bio, uncinetto, maglia, detergenti bio. Bastano, ad esempio, carbonato di sodio, sapone di marsiglia e citrato di sodio in polvere  per creare un detersivo liquido per bucato o il detersivo in polvere.

Dall’orto in balcone ai giochi per bambini

Ricco di consigli è anche la sezione blog del sito Myfoody, dove si possono trovare tanti suggerimenti su come ridare vita agli scarti, ricette anti-spreco e tutti i segreti del vivere sostenibile. Uno su tutti, per queste settimane, chiusi in casa con i bambini è un gioco a spreco zero con le patate timbro.

Erbaviola è il sito della giornalista Grazia Cacciola che ha dedicato il suo spazio online (aperto 20 anni fa), inizialmente alle piante innovative come stevia, ortica, canapa, perilla  (le piante dalle innumerevoli potenzialità produttive, curative e energetiche), per poi arricchirlo con corsi, spiegazioni che riguardano il downshifting, la decrescita, l’alimentazione etica (vegan), la coltivazione diretta, l’autoproduzione, i consumi sostenibili, la frugalità. Tra i post che sicuramente possono tornare utili in questo periodo c’è quello sull’avviamento di un orto in balcone.

Cura dei fiori sul terrazzo

Foto: iStock

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 11456 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7773 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32853 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 958 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10645 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33308 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14135 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 23847 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7280 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31895 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1048 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 15009
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY