Wise Society : Maria Grazia Cassitto: il lavoro può fare male
WISE INCONTRI Vedi tutti >>

Maria Grazia Cassitto: il lavoro può fare male

Orari troppo rigidi, scarsa chiarezza sui ruoli, clima difficile e competitivo. Ma anche la precarietà e l'erosione dei diritti. Se in ufficio o in fabbrica la tensione diventa insostenibile, l'equilibrio psico-fisico può spezzarsi. Con rischi seri alla salute e costi alti per le aziende. Per questo bisogna intervenire

di Nicoletta Ripani
20 gennaio 2011

Maria Grazia CassittoNata a Torino, laureata nel ’68 in Psicologia  a Parigi,  Maria Grazia Cassitto è diplomata alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale di Milano, ed è  professore a contratto presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi, sempre a Milano. Da oltre trent’anni lavora come psicologa presso  la  Clinica  del  Lavoro  del capoluogo lombardo, nel Centro del Disadattamento Lavorativo, dove è responsabile del settore psicologico. Considerata la sua lunga e specifica esperienza, l’abbiamo incontrata per parlare dello stress lavoro correlato.

 

Quali sono le principali cause dello stress da lavoro?

 

Le cause dello stress relative a condizioni occupazionali possono avere origine da due diverse situazioni: una specifica, legata al proprio posto di lavoro, e l’altra più generale che dipende da un contesto più ampio. Nel primo caso fra le cause principali ci possono essere l’inefficienza e la cattiva organizzazione, la carenza di personale, la scarsa chiarezza su ruoli, funzioni e responsabilità, ma anche l’assenza di riconoscimenti e un clima intollerante, magari rigidamente gerarchico che non permette la partecipazione di tutti. Più in generale invece possono incidere tutti i grandi e recenti cambiamenti che hanno caratterizzato il mondo del lavoro e tutti quei fattori che, modificando il tessuto personale e sociale su cui l’individuo si era sviluppato e adattato in passato, generano insicurezza: precarietà, instabilità, peggioramento delle condizioni lavorative. Queste nuove condizioni possono sollecitare reazioni di difesa e di aggressività.

 

Businessman in Office with Sheep Co-workers, phot by CJ Burton/CorbisLo stress lavoro correlato è quindi legato all’impossibilità o all’incapacità di partecipare e reagire?

 

Lo stress patogeno è quello provocato dall’impotenza che blocca le energie invece di liberarle e le consuma “a vuoto”. A livello individuale, un’altra causa di stress anche correlato al lavoro, sta nel possedere o meno le risorse e le capacità per far fronte alle difficoltà che ci troviamo davanti. Da tener presente è anche il fattore tempo. L’essere umano è estremamente adattabile a qualunque situazione, anche la più drammatica e difficile, per un periodo che può essere più o meno lungo ma non illimitato.

 

Stress e mobbing sono connessi?

 

La presenza di tutti (raramente) o molti fattori di stress di cui abbiamo parlato può creare una situazione di impotenza e portare a rapporti interpersonali difficili che facilitano lo scatenarsi di meccanismi patologici come il mobbing. Per esempio, un comportamento ripetuto e irragionevole rivolto contro qualcuno per umiliarlo, intimidirlo, perseguitarlo. Le cause possono essere di natura emozionale, legate ad anomalie nei rapporti interpersonali, o riconducibili a una precisa strategia aziendale di eliminazione di un lavoratore ritenuto scomodo o in esubero.

 

Doctor and patient, photo by Mika/CorbisCome si misura e quali sono gli interventi terapeutici previsti per affrontare questo tipo di stress?

 

Negli anni Novanta quando anche in Italia è emersa la problematica del mobbing e, successivamente, nello stress in generale, abbiamo istituito a Milano primo sul territorio nazionale, quello che oggi si chiama Centro per la Prevenzione, Diagnosi, Cura e Riabilitazione della Patologia da Disadattamento Lavorativo presso la Clinica del Lavoro “Luigi Devoto”. Vi svolgono attività sia medici del lavoro, sia psicologi, con funzioni formativa e didattica, ma anche diagnostica e terapeutica. Diagnosi e terapia, in particolare, hanno lo scopo di aiutare le persone stressate a inquadrare e affrontare meglio le proprie situazioni quotidiane, restituendo loro un miglior equilibrio e aiutandoli a ridurre l’effetto totalizzante del coinvolgimento lavorativo a vantaggio del recupero di affetti e interessi personali.

Oggi comunque esiste un network di centri attivi su tutto il territorio nazionale (circa uno per regione, sviluppato con il coordinamento dell’Istituto Superiore Prevenzione e Sicurezza sul Lavoro) che condividono l’inquadramento di queste tematiche e possono offrire un valido aiuto nell’affrontare problemi e conflitti legati allo stress lavoro correlato.


 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questa intervista:
CONOSCI IL PERSONAGGIO
Maria Grazia Cassitto
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Una risposta a Maria Grazia Cassitto: il lavoro può fare male

  1. Anna Maria

    Condivido pienamente tutto quello che ha detto la Dr.ssa Cassitto che contattata telefonicamente ti da già la tranquillità che un mobbizzato cerca da tempo e ha bisogno di parlare e di essere ascoltato Non conosco il centro di Milano ma ho avuto modo di conoscere un’altro centro che a parere della scrivente dovrebbe essere chiuso in quanto non capace neanche di fare una relazione decente. Non dico che alle persone si deve dare sempre ragione anzi è giusto che si sappia se si è nel torto o nella ragione. Mi è stata rilasciata una relazione dalla quale non si capisce niente si dicono cose non vere e quando ho cercato di parlarne con il primario che ha firmato la relazione ma che non mi ha mai vista si è rifiutato di ricevermi, solo dopo molto tempo sono riuscita a parlarci telefonicamente, ho fatto presente che nella relazione vi erano scritte delle cose non risultanti al vero e la sua risposta è stata:” ma signora quelle sono soltanto quisquiglie”!!! L’unica cosa che invece mi ha chiesto è sapere chi era il mio avvocato!!! Per quale motivo lo voleva sapere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1441 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1497 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1499 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1498 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3080 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 535 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1500
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY