Wise Society : Filantropia strategica: parte a Milano il primo corso

Filantropia strategica: parte a Milano il primo corso

di Laura Campo
4 Novembre 2012

Un programma di formazione rivolto a liberi professionisti, aziende, e organizzazioni non profit. L'obiettivo? Acquisire strumenti e competenze per gestire donazioni e attività nel Terzo settore

libertà Formazione CsrLa filantropia nel terzo settore in Italia, i sistemi di misurazione della performance, governance e leadership in filantropia, il ruolo della finanza e gli investimenti responsabili.

Sono solo alcune delle materie di studio del primo (e per ora unico in Italia) “Corso Executive in Filantropia Strategica” che partirà a Milano il 10 gennaio 2013 presso lo Spazio Chiossetto, in zona corso di P.ta Vittoria. Tre moduli da 32 ore ciascuno (fino al 22 marzo 2013) per diventare testimoni attivi di una cultura filantropica moderna e sostenibile.

Il programma formativo, organizzato dal Centro Studi Lang, nasce infatti per offrire a donatori, operatori e professionisti indipendenti (filantropi, manager di fondazioni e di organizzazioni non profit) conoscenze e competenze capaci di ottimizzare l’impatto dell’azione filantropica.

Caratteristiche e ambiti di intervento

 

«Quella del philanthropy advisor è una professione, molto diffusa all’estero, ma che nel nostro Paese ancora non esiste», spiega Franco Marzo, coordinatore del centro studi della Fondazione Lang e tra i docenti del corso, «una figura importante, che da un lato deve capire le motivazioni del filantropo, cioè in che ambito vuole donare e perché e dall’altro essere anche una specie di ponte tra chi dona e chi riceve».

«In pratica un buon p.a. deve fornire servizi di consulenza a tutto tondo: delineare le aree di intervento nelle quali muoversi, assistere la nascita di fondazioni e altri enti non profit, valutare tutti gli aspetti anche legali delle donazioni,

monitorare i risultati delle iniziative e fare attività di scouting verso attori terzi meritevoli di essere segnalati» continua Marzo.

Buone prospettive per il futuro

 

libertà Formazione Csr

Ma questa nuova figura professionale può essere anche di grande aiuto alle organizzazioni del Terzo Settore, per aiutarle a migliorare le loro procedure interne, creare network che colleghino iniziative filantropiche, fornendo servizi e assistenza sulle varie attitivà.

Attraverso i tre moduli del corso (Philanthropy & Strategic Innovation, Philanthropy &

Finance, Philanthropy & Non Profit Sector) il programma di formazione vuole anche diffondere la cultura dei “motori di miglioramento”, ossia modelli di intervento in grado di generare le cosiddette azioni del bene, nel rispetto della libertà e dignità degli uomini.

Per acquisire le necessarie competenze saranno proposte agli “allievi” le più innovative teorie ed esperienze, attraverso testimonianze italiane e internazionali.

Tra i docenti anche Paola Pierri, l’unica p.a. italiana e prima banchiera d’affari convertita al non profit e Irene Bengo docente del Politecnico di Milano con lunga esperienza in importanti organizzazioni no profit italiane e straniere.

Per altre info: Centro studi Lang Italia, tel. 02/36635131 www.fondazionelangitalia.it

Salva

© Riproduzione riservata
Altri contenuti su questi temi: , ,
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6922 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1816 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 793
Correlati in Wise
 
DALLA COMMUNITY