Wise Society : Meditazione e decrescita con vista mare
WISE BLOG Vedi tutti >>

Meditazione e decrescita con vista mare

Francesca Tozzi
13 Marzo 2012

Lasciare la città con il suo caos, l’inquinamento, la frenesia, i consumi indotti per andare a vivere in un piccolo borgo di pescatori ai margini di una piccola città di provincia, sul mare, con clima mite, dove si va in bicicletta e non si usano guanti d’inverno. Si può fare anche nel terzo millennio. E lo hanno fatto i membri dell’associazione culturale ligure MeditAmare creando a Imperia un ecovillaggio molto particolare dove si pratica la meditazione e si persegue uno stile di vita a contatto con la natura e all’insegna della decrescita. Le case non sono raggruppate in campagna, come accade spesso nei classici ecovillagi, ma sono sul mare, sparse fra la città e i borghi.

Foto di Fremsoi/flickrGli ideatori del progetto, Matteo Lodi e Martina Ghiazzane, hanno raccontato la storia al giornale Il Cambiamento, evidenziando le peculiarità di questo cohousing diffuso. “MeditAmare è nata dall’idea di cambiare vita in modo concreto e immediato, senza ingarbugliarsi con incontri e regole preliminari per diventare da subito costituzione di un ecovillaggio. Dopo aver visitato vari ecovillaggi (Torri superiore, Bagnaia) ed aver seguito altre esperienze in via di formazione, con tutto il loro carico di vicissitudini e anche di fallimenti, abbiamo trascorso un periodo in Toscana, finché, nel 2009, il promotore (Matteo) ha deciso di trasferirsi per primo ad Imperia, Liguria ponente. Qui ha iniziato ad incontrare persone e a coagulare i soggetti pronti al concreto cambiamento della propria vita. Sono quelli desiderosi di uscire dalle città e da stili di vita diventati insostenibili per unirsi a chi è insediato da tempo in una comunità e creare una rete di sostegno per i prossimi scollocabili. Questi ultimi sono arrivati e stanno arrivando, e condividono con i nativi di questa zona aspirazioni compatibili con quelle di MeditAmare. Siamo un centro di studio e di pratica di molte filosofie e spiritualità, senza preclusioni, ma riserviamo particolare attenzione alla Natura profonda dell’Essere. Seguiamo anche il buddismo impegnato di Thich Nath Hahn, monaco vietnamita che ci ispira nelle meditazioni e nelle camminate. Siamo ancora all’inizio, ma già in fase di ampliamento e di attrazione di nuovi ospiti e residenti. Dopo un periodo di prova con condivisione delle spese, si possono fare settimane di volontariato agricolo o di sistemazione nelle case, in attesa di trovare la propria abitazione sul mare o sulle colline. Cerchiamo persone motivate alla decrescita e molto autonome caratterialmente, dotate di capacità di organizzazione individuale, ma in grado di condividere con gli altri la ricerca del lavoro e della casa. La rete è di grande sostegno, ma il nostro è un cohousing diffuso: ognuno sceglie e vive la propria casa ed ospita gli altri secondo la propria possibilità”. I principi ispiratori dell’associazione sono quelli della compatibilita’ ambientale, del risparmio energetico, della coltivazione di orti e del riciclaggio nell’ambito di un costante percorso orientato alla crescita personale.

Di cosa parla questo articolo?
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 93 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10640 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1508 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10637 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10639 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10638 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 445 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9826 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 23
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY
Hai già votato, attendi un giorno per esprimere nuovamente il tuo parere