Wise Society : La creatività dei giovani agricoltori italiani
WISE BLOG Vedi tutti >>

La creatività dei giovani agricoltori italiani

Coltivazioni di banane sicule, spezie made in Italy per immigrati cinesi, detersivi a base di alloro e ortica: sono solo alcune delle novità presentate il 17 maggio 2012 all'Assemblea dei giovani della Coldiretti

Francesca Tozzi
17 maggio 2012

Oltre duemila giovani agricoltori provenienti da tutte le Regioni italiane hannno partecipato all’Assemblea di Coldiretti Giovani Impresa, che si è tenuta a Roma il 17 maggio 2012 presentando alcune idee piuttosto creative ed esperienze curiose e innovative.

Foto di Jean & Nathalie/flickrLa crisi e il cambiamento climatico aguzzano l’ingegno: ed ecco quindi chi si è messo a coltivare spezie da vendere alla comunità di immigrati cinesi in città e chi ha realizzato in Italia la prima coltivazione di banane, ora possibile con il surriscaldamento del Paese; o ancora chi ha inventato l’agridetersivo per non inquinare e chi la mozzarella di capra contro le intolleranze sempre più diffuse tra i più piccoli, fino a chi coltiva la manna (un dolcificante naturale) senza aspettare che cada dal cielo. Così hanno trasformato in idee imprenditoriali le paure degli italiani per i cambiamenti climatici, l’immigrazione, la salute e l’ambiente.

E così, se in Sicilia il clima ormai tropicale preoccupa quasi tutti per la imminente siccità, c’è chi lo sfrutta a proprio favore e comincia a coltivare banane. A Palermo – spiega la Coldiretti – questo frutto tipicamente tropicale trova davvero un clima adatto per crescere in maestosi caschi. Nella sua azienda, infatti, grazie al microclima e alla posizione soleggiata, Letizia Marcenò, che ha sempre voluto puntare sulla diversificazione aziendale, riesce a produrre le prime banane nostrane. Per ora – afferma la Coldiretti – si tratta di una produzione limitata, ma che diventa ogni anno sempre più interessante anche per l’ottima qualità del frutto.

Foto di Brunifia/flickrNon mancano le iniziative per conquistare i tre milioni di immigrati presenti in Italia. Particolarmente innovativo è il successo registrato nell’impenetrabile comunità cinese in Piemonte, a Carmagnola, da un’azienda che si è specializzata in coltivazioni, rigorosamente Made in Italy, di prodotti tipicamente cinesi destinati al consumo fresco e ai ristoranti cinesi della zona. Tra le tante produzioni – continua la Coldiretti – le più richieste sono il cavolo pakcioi, la tiàngua (particolare zucchina tonda) e la jicài (simile all’erba cipollina) molto utilizzata nelle preparazioni a base di maiale, particolarmente gradite ai palati orientali, ma anche gustata alla griglia.

Tra i giovani della Coldiretti c’è anche chi trasforma la crescente attenzione all’ambiente in attività aziendale, producendo detersivi ecologici in imballaggi biodegradabili. E’ la fortunata esperienza imprenditoriale di Paola Polce che produce, a Ivrea, in Piemonte, detergenti interamente realizzati con le piante, dalle quali vengono estratte tutte le sostanze utili per realizzarli. La gamma è ampissima: si va dal detersivo per lavastoviglie a base di alloro, ortica, limone e rosmarino, con potente forza sgrassante unita alla presenza dell’aceto che garantisce brillantezza sulle stoviglie, al sapone da bucato a base di sambuco e carota, che donano vitalità e morbidezza a tutte le fibre.

Solo qualche esempio a dimostrazione che ai giovani italiani le idee non mancano e che la terra, se ben coltivata, ha ancora molto da dare.

Fonte: Adnkronos

Di cosa parla questo articolo?
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Una risposta a La creatività dei giovani agricoltori italiani

  1. maria enrica pasini

    vi segnalo l’esperienza di un giovane imprenditore agricolo che a 22 anni ha avviato un birrificio agricolo con agriturismo a Morimondo nella corte cistercense. da vedere e intervistare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 326 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12995 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12997 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9482 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 953 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12998 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1344 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6262 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12996 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 425
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY
Hai già votato, attendi un giorno per esprimere nuovamente il tuo parere