Wise Society : Progetti e città per vivere meglio
ARTICOLI Vedi tutti >>

Progetti e città per vivere meglio

La città ideale esiste ed è fatta di ecoquartieri, piste ciclabili, spazi verdi. L'architettura e il design al servizio della salvaguardia dell'ambiente creano progetti sorprendenti da ammirare alla mostra «Green Life», alla Triennale di Milano

di Francesca Vercesi
23 febbraio 2010

Solar City, Credit HPArchive

Sono nove le città dove vivere green è già realtà


In primo luogo Stoccolma: Green Capital 2010 e “fossil free” entro il 2050. In mostra il suo eco-quartiere Hammarby. Altre città della Svezia documentano l’enorme sforzo di recupero ambientale di interi quartieri di edilizia sociale (Göteborg, Norrköping e Kristianstad) insieme a Malmö con la riqualificazione dell’area portuale.

 

Di Amburgo (la metropoli europea della green economy, impegnata a ridurre le proprie emissioni di CO2 del 40% entro il 2020) si mostrano la riqualificazione di Hafen City con alcuni degli edifici più interessanti (Unilever e Baufeld10).
Amsterdam, dove entro il 2015 tutte le nuove costruzioni saranno ad emissioni zero, si racconta attraverso i numerosi progetti in mostra tra cui il suo storico eco-quartiere: Gwl Terrain. Città simbolo della protezione del clima, Copenhagen è proposta con il suo progetto di quartiere carbon neutral e libero dalle auto (Nordhavn) e con i suoi spazi pubblici: dal recupero dell’area del porto ai piccoli giardini verticali.

 

Per Friburgo, città verde e solare per eccellenza, parlano gli eco-quartieri di Vauban, Rieselfeld e Sonnenschiff e la simbolica Solar Fabrik.
Gli edifici di Zurigo presenti in Green Life dimostrano la coerenza di una città che si sta impegnando a portare i consumi individuali a 2000 Watt (contro i circa 6200 Watt attuali): in mostra tra gli altri il centro ricerche Eawag Forum.
Infine l’esperienza austriaca, raccontata da Vienna e Salisburgo con i “Quartieri solari e senza auto” (Floridsdorf, Gneiss Moss, Bike City, Samer Mosi).

 

Solar City a Linz

La città austriaca di Linz già nel 1994 aveva avviato la progettazione delle prime 630 case per Solar City (che oggi ospita 1.294 case e circa 3.000 persone) incaricando un gruppo composto da progettisti molto noti, come Norman Foster, Richard Rogers, Norbert Kaiser, peter Latz, Renzo Piano, coordinato dal tedesco Thomas Herzog, pioniere dell’energia solare. Ora il risultato è stato raggiunto e Solar City a Linz è un grande quartiere periurbano, come modello di riferimento per le nuove architetture sostenibili europee. L’idea chiave è stata quella di realizzare un insediamento compatto, costituito da una rete urbana efficiente, un centro raggiungibile a piedi, un buon sistema di mezzi pubblici, tutto per sfavorire l’uso dell’auto per gli spostamenti interni e verso la città.

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 161 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 164 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 158 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 166 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 160 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 167 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 165 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 159 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 163 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 162
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY