Wise Society : Le colture che combattono il riscaldamento globale
ARTICOLI Vedi tutti >>

Le colture che combattono il riscaldamento globale

La riflettività della luce può influenzare il cllima e applicare questo concetto alle piantagioni agricole potrebbe contribuire a compensare gli effetti del global warming. Lo rivelano gli scienziati della Royal Society, in un recente convegno

da Telegraph.co.uk
8 novembre 2010

Wheat prairie, foto di Tony Atkin

Le colture che si estendono attraverso le grandi aree fertili del Nord America e dell’Europa, riescono a riflettere una piccola percentuale della luce e calore del sole nello spazio. Gli scienziati informano che diverse coltivazioni, come il grano, hanno differenti livelli di riflessione, o albedo (porzione di tutta luce che incide su una superficie riflettente). Selezionare quelle che riescono a rifrangere di più, potrebbe garantire ai Paesi europei estati più fresche per l’1 percento.

«I nostri studi sulla riflettività delle colture sono ancora in una fase iniziale, ma i primi risultati sono stati davvero incoraggianti: scegliendo di piantare specifice tipologie di colture, è possibile modificare la riflettività di vaste estensioni di terra, e di ridurre significativamente le temperature regionali». ha affermato il ricercatore Joy Singarayer dell’Università di Bristol.

 «L’idea di usare la riflettività della luce per manipolare il nostro clima è, infatti, antica. Il genere umano ha per secoli dipinto di bianco gli insediamenti per riflettere il sole e conservare il fresco. Ora potremmo sfruttare questa sapienza del passato applicandola su scala più vasta con le nostre piantagioni agricole» ha aggiunto Singarayer.

I risultati di questa ricerca sono stati illustrati a Londra in occasione della riunione della Royal Society dal titolo Geoingegneria, prendendo il controllo del clima del nostro pianeta. I terreni arabili costituiscono oltre il dieci per cento del suolo mondiale, con regioni agricole particolarmente estese in Europa, Nord America e Asia meridionale. Per valutare il potenziale di quelle semine ritenute capaci di elevata riflettività, è stata utilizzata una simulazione del clima globale al computer. Lo studio ha riscontrato che un aumento del 20 per cento di luce riflessa potrebbe dotare l’Europa di una media di raffreddamento estivo oltre l’1 per cento. Una percentuale all’apparenza minima, ma che costituisce un quinto del cambiamento necessario per fronteggiare l’aumento dei livelli atmosferici di biossido di carbonio nel prossimo secolo. In uno scenario di riscaldamento globale più moderato, il metodo sarebbe in grado di compensare fino alla metà del riscaldamento estivo previsto in Europa.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1929 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1195 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1196 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1194
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY