Wise Society : “Innovazioni intelligenti”, al nastro di partenza il premio alle eco-novità di Legambiente
ARTICOLI Vedi tutti >>

“Innovazioni intelligenti”, al nastro di partenza il premio alle eco-novità di Legambiente

L'obiettivo è quello di creare un contesto favorevole alla ricerca e alle buone pratiche in tema di sostenibilità ambientale

19 luglio 2012

foto di Rickydavid/flickrSono aperte le iscrizioni online al premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente dell’associazione che si batte per tutelare il prezioso bene comune.

L’edizione di quest’anno “Innovazioni intelligenti“, la XIIesima, è rivolta a territori, imprese e cittadini impegnati già adesso nella sostenibilità e che puntano ad aumentare in futuro la competitività solo e soltanto attraverso uno sviluppo sostenibile, a cominciare dai contesti: agricoli e industriali, urbani e rurali. Oggetto del riconoscimento saranno allora quegli interventi in grado di cogliere le chance offerte dai cambiamenti che giungono dalla Green economy, in particolare per quanto riguarda l’export, le sfide legate alle soluzioni per contenere il cambiamento climatico e un uso ridotto delle risorse.

«Ci ha impressionato anche in questi anni di crisi -ricorda Andrea Poggio, Presidente Fondazione Legambiente Innovazione- la capacità di tante nuove imprese, di tanti imprenditori di produrre beni nuovi e duraturi, di erogare servizi innovativi. Vale per l’eccezionale sviluppo delle rinnovabili come per l’industria del riciclo, in cui siamo ai vertici europei. O anche per i biomateriali e per l’enogastronomia. La meccanica come la manutenzione degli edifici e delle città. Adattandosi e radicandosi alle città o ai territori italiani, si trovano le chiavi di volta per esportare, per essere protagonisti anche nella globalizzazione. Queste sono le basi per una nuova “crescita verde”: produrre qualità, anche a discapito della quantità, qualità di prodotto che si accompagna con qualità ambientali, territoriali e sociali»

I settori a cui si rivolge la competizione nel 2012 sono:

– Agricoltura – alimentazione – tessile;

– Edilizia – riqualificazione e rigenerazione urbana;

– Energie – servizi energetici;

– Mobilità – trasporti – logistica;

– Patrimonio artistico e culturale – turismo;

– Tecnologie e sistemi informativi per la qualità della vita;

– Uso efficiente delle risorse – clean technologies – gestione rifiuti.

Il bando per iscriversi chiuderà il 26 ottobre e i vincitori avranno accesso all’utilizzo del logo “Innovazione Amica dell’Ambiente” , la lampadina dalla foglia verde.

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14481 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1929 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1540 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1023 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 309 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1569 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 566 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7124 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 579
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY