Wise Society : Il bulldozer russo minaccia il più grande giacimento di biodiversità
ARTICOLI Vedi tutti >>

Il bulldozer russo minaccia il più grande giacimento di biodiversità

La stazione sperimentale di Pavlovsk rischia di essere rasa al suolo a causa della crescita del mercato immobiliare russo.

da Il Sole 24 Ore
19 luglio 2010

Fragaria vesca, foto di H. Zell

Un giacimento di biodiversità, un patrimonio d’inestimabile valore per l’umanità sta per essere spazzato via da bulldozer: a rischio le 4mila varietà di piante da frutta e ornamentali raccolte in tutto il mondo in un secolo di sforzi.  Una selezione iniziata nel 1926 da da Nikolai Vavilov, un botanico russo che per primo si rese conto della necessità di creare banche delle sementi per conservare la diversità genetica. Oggi il 90% delle varietà selezionate  sono conservate solo lì, nella stazione sperimentale di Pavlovsk. Nei suoi giardini crescono mille tipi diversi di fragole originarie di 40 Paesi, da cui derivano le due varietà commerciali più diffuse oggi, mirtilli provenienti da 30 nazioni, 634 varietà di mele, svariati tipi di ciliegie, amarene, pere, sorbole, frutti di bosco delle regioni boreali intraducibili in italiano. Contadini e agronomi per secoli li hanno moltiplicati a partire da piante vive, ed è quello che da quasi cent’anni si fa nei campi di Pavlovsk, che è divenuta la più grande e preziosa collezione in vivo di piante da frutta del mondo. Una collezione che è quasi impossibile da spostare. Ci vorrebbero almeno dieci anni e milioni di euro. Ma il governo russo non cede e sta per dare il via libera alla costruzione di case vacanze sugli orti di Pavlosk, a una trentina di chilometri da San Pietroburgo. 

Emile Frison presidente di Bioversity International, organismo per la ricerca e la protezione della biodiversità, ha inviato una lettera al direttore generale della Fao, dell’Unep e ne sta preparando una per Vladimir Putin. Anche Cary Fowler, direttore del Global Crop Diversity Trust è intervenuto per prevenire «la maggiore perdita di biodiversità evitabile della sua vita»,e proprio durante l’anno internazionale della biodiversità.

 

La stazione, che ha resistito all’assedio di Leningrado e all’accampamento dei tedeschi, rischia ora di essere cancellata dal boom immobiliare. La causa civile che sancirà il passaggio di proprietà dei terreni, ora dell’Accademia delle scienze russa, è prevista per l’11 agosto.

 

 

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3527 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 510 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 390 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 566 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2173 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2391 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 292 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 183 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21997 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9482
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY