Wise Society : Giornata Mondiale dell’Ambiente
ARTICOLI Vedi tutti >>

Giornata Mondiale dell’Ambiente

Graziella Turiello
5 giugno 2013

WED Logo

Si torna nuovamente a celebrare la Giornata Mondiale dell’Ambiente. È dal 1972 che si cerca di sensibilizzare nazioni e popoli, informando, approfondendo tematiche controverse, divulgando nuove pratiche sostenibili, affinché migliorando la qualità della nostra vita non venga compromessa irrimediabilmente quella delle generazioni future. Il tema di quest’anno è il cibo e l’assoluta necessità di non sprecarlo. Molto si è già detto, e molto se ne dibatterà nei mesi a venire, il cibo sarà il tema portante di EXPO 2015 e fino ad allora ci sarà modo di sviscerare ancora molto sull’argomento e sulle sue possibili soluzioni. Oggi sembrerebbe quasi più importante però, fare il punto sull’attuazione delle politiche ambientali, sui catastrofismi urlati e subito smentiti sui Media, servirebbe fare chiarezza sulla strada da percorrere per salvaguardare un Pianeta sicuramente dalle risorse limitate, ma certamente non prossimo ad un’implosione devastante. Fino ad ora la celebrazione della Giornata aveva rappresentato un momento di riflessione su biodiversità, conservazione ambientale, accesso all’acqua, cambiamenti climatici, etc. temi importantissimi ma che coinvolgevano ciò che circonda l’uomo, mentre quest’anno è proprio l’uomo a tornare al centro delle riflessioni, con ciò che introduce e mantiene in salute il suo corpo. Nei Paesi ricchi il cibo ha perso il suo valore intriseco, di essenzialità, di vita, di sopravvivenza, è diventato status symbol, è stato trasformato in entertainment per anziani, soli, anime passive rispetto alla gioia profonda che procura il condividere con chi si ama semplici e sani alimenti. Nel mondo ben un terzo delle risorse alimentari viene sprecato, si capisce quindi la ragione per cui dventa normale gettare ciò che troviamo in dispensa o nel frigorifero quando non piace o non è più appetibile. La grossa contraddizione di questi ultimi decenni è che nei Paesi Occidentali, ci si ammala di obesità mentre dall’altro lato del mondo non a tutte le persone è possibile accedere ad un pasto sufficiente per mantenersi in buona salute. Salvaguardare il Pianeta vuol dire salvaguardare certamente noi stessi a cominciare da ciò che mangiamo, e questo significa anche assegnare al cibo il giusto valore, per acquistarne, mangiarne la giusta quantità affinché lo spreco sia ridotto al minimo.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 329 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 292 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12681 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1844 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6852 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 42 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 16421
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY