Wise Society : Giardinaggio marino per salvare i coralli
ARTICOLI Vedi tutti >>

Giardinaggio marino per salvare i coralli

Dall'università di Rhode Island il rimedio alla scomparsa delle barriere coralline: trapiantare rametti di corallo sulle barriere

da La Nuova Ecologia
11 Giugno 2010

Colourful Corals at Maripipi, album di SarahDepper/flickr

Basta trapiantare rametti di corallo rotti sulle barriere coralline perché questi nel giro di qualche anno formino nuovi grandi coralli adulti, del tutto reintegrati nella barriera. Il metodo è stato studiato dal ricercatore dell’università di Rhode Island, Graham Forrester, ispirandosi al procedimento usato per piantare talee (rametti di una pianta messi a germogliare). Secondo quanto riferito sulla rivista Restoration Ecology, questa tecnica è stata testata con successo al largo delle Isole Vergini britanniche le cui barriere coralline sono messe a dura prova dalle tempeste. Gli esperti hanno piantato rametti di corallo danneggiati, scoprendo nel giro di pochi mesi che molte di queste microcolonie attecchiscono a perfezione e in alcuni anni riescono a formare nuovi grandi banchi corallini. Trovare misure urgenti rimane comunque uno degli obiettivi dei ricercatori perché oltre 9 mila barriere coralline in tutto il mondo, dicono gli scienziati, inizieranno a morire quando i livelli di anidride carbonica nell’atmosfera raggiungeranno la concentrazione di 560 parti per milione. Al momento questa concentrazione è di 388 ppm, ma si stima raggiungerà le 560 ppm per la fine del secolo. L’allarme lanciato dagli scienziati è che le barriere coralline sono condannate a scomparire quasi totalmente, considerando che la loro salute è legata alla crescita delle temperature e all’acidificazione degli oceani, oltre che allo sviluppo delle coste, all’eccessivo sfruttamento delle risorse ittiche e all’inquinamento. Dal 1950 è già scomparso il 20% delle barriere coralline, un altro 20% è a rischio di collasso, mentre il 58% è minacciato dalle attività umane (di cui l’80% nel Sudest asiatico).

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 519 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21997 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 373 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3090 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32853 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57013 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33086 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 748 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57014 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 71184
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY