Wise Society : Alla luna di Giacomo Leopardi
ARTICOLI Vedi tutti >>

Alla luna di Giacomo Leopardi

9 dicembre 2009

O graziosa luna, io mi rammento che, or volge l’anno, sovra questo colle io venia pien d’angoscia a rimirarti: e tu pendevi allor su quella selva siccome or fai, che tutta la rischiari. Ma nebuloso e tremulo dal pianto che mi sorgea sul ciglio, alle mie luci il tuo volto apparia, che travagliosa era mia vita: ed è, nè cangia stile o mia diletta luna. E pur mi giova la ricordanza, e il noverar l’etate del mio dolore. Oh come grato occorre nel tempo giovanil, quando ancor lungo la speme e breve ha la memoria il corso il rimembrar delle passate cose, ancor che triste, e che l’affanno duri!

(Giacomo Leopardi 19° secolo)

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 694 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 681 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 695
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY