Wise Society : A Milano in bici e in taxi… ecologico
SPECIALE : Mobilità sostenibile
ARTICOLI Vedi tutti >>

A Milano in bici e in taxi… ecologico

Il Comune punta ancora sulla mobilità sostenibile con mezzo milione di euro di incentivi per l’acquisto di nuovi veicoli a basso impatto ambientale e nuovi posti per il bike sharing

Francesca Tozzi
27 febbraio 2013

Foto di JasonParis/flickrA Milano la mobilità sostenibile va in bicicletta ma ogni tanto prende il taxi, purché sia green. Il Comune ha deciso, infatti, di stanziare 500.000 euro di contributi per l’acquisto di taxi virtuosi, eco-sostenibili ma non solo: 20 di questi dovranno essere attrezzati per il trasporto di persone con disabilità. Una scelta in linea con quanto già fatto nel 2012 quando il numero di taxi alimentati con carburante ecologico o ibridi è passato dai 300 del 2005 a 1.586.

L’assegnazione dei contributi premia in modo particolare coloro che hanno deciso di acquistare un veicolo con alimentazione “ecologica”, sostituendone uno alimentato a benzina o diesel. Il contributo viene concesso solo per l’acquisto di veicoli nuovi di prima immatricolazione e conformi allo standard Euro 5 o successivi, immatricolati tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2012: in particolare, l’incentivo riguarda auto elettriche, a metano, a GPL, a trazione ibrida elettrica, con doppia alimentazione benzina/metano o benzina/GPL. Tra i criteri del bando rientra anche la trasformazione da benzina a metano o Gpl di veicoli Euro 3 o Euro 4.

Sono previsti, fino a esaurimento fondi, 1.500 euro per l’acquisto di nuovi veicoli elettrici, ibridi elettrici, a Gpl o a metano, in sostituzione di auto a benzina o diesel; 1.000 euro per la sostituzione di auto elettriche, ibride elettriche, a Gpl o a metano, con veicoli con le stesse caratteristiche; 750 euro in caso di trasformazione a Gpl o a metano di veicoli Euro 3 o Euro 4. E un contributo di 10.000 euro per l’acquisto di 20 taxi ecologici attrezzati per il trasporto di persone con disabilità, immatricolati tra il 1 gennaio e il 30 settembre 2013. La valutazione delle domande è affidata a una Commissione che stilerà le graduatorie; il contributo sarà poi erogato entro 60 giorni.

Per quanto riguarda le due ruote, saranno messi a disposizione dei cittadini in meno di un anno 1.450 nuovi posti bici in città. Gli stalli sono stati posizionati principalmente nei pressi delle più frequentate stazioni della metropolitana e della ferrovia, e vicino alle fermate degli autobus. Inoltre i milanesi potranno usufruire di una nuova stazione Bike Sharing che porta a 174 il numero dei parcheggi di scambio attivi e a 3.033 le biciclette a disposizione.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 946 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6606 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7367 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 664 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 693 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 618 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 79 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 643 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 20112
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY