Wise Society : Verdure, istruzioni per l’uso
ARTICOLI Vedi tutti >>

Verdure, istruzioni per l’uso

Cottura veloce, condimenti strategici, mix di crudo e cotto. Ecco i trucchi per sfruttare le proprietà benefiche degli ortaggi. Preziosi alleati per rallentare l'invecchiamento e prevenire le malattie

di Enrica Belloni
15 maggio 2013

Grilling Vegetables, di Velo Steve/flickr

Cinque porzioni al giorno. È la dose di frutta e verdura raccomandata dall’Organizzazione mondiale della sanità per mantenere in forma l’organismo e prevenire le malattie degenerative. Ne bastano 400 grammi, concordano le ricerche, per diminuire del 30-40 per cento il rischio di tumori e combattere i disturbi cardiovascolari legati al sovrappeso. Frutta e verdura di stagione, in effetti, ci regalano preziosi elementi chimici per il nostro corpo, come minerali, vitamine e fibre, a un costo calorico davvero basso (dalle 12 calorie all’etto dei finocchi alle 35 delle carote. Ma come fare il pieno di queste sostanze fondamentali? Per la frutta è tutto molto semplice, basta lavarla o sbucciarla. E le verdure? Come mantenere intatto il loro carico nutrizionale? E come cucinarle con fantasia, specialmente se si ha poco tempo?

1. Prediligi le tecniche di cottura veloci. Premettendo che con il calore si disperde inevitabilmente una parte delle vitamine (in particolare quelle idrosolubili, come la C), la parola d’ordine è rapidità: cerca di cuocere le verdure nel più breve tempo possibile.

2.Non rinunciare al condimento: alcuni ortaggi, come le carote, chiedono a gran voce di essere abbinate ai grassi (possibilmente olio extravergine d’oliva). Il motivo? La provitamina A, essendo liposolubile, ha bisogno di una sostanza oleosa per essere veicolata all’interno del nostro corpo.

3 Le verdure ricche di ferro, come quelle a foglia verde, danno il meglio con una spruzzata di limone, che rende meglio assorbibile il minerale.

4-Rivaluta il microonde: uno studio dell’Università di Mursia, pubblicato sul Journal of Food Science, ha messo a confronto sei metodi di cottura (al forno, con il microonde, bollitura, grill, pentola a pressione, frittura) valutando l’effetto di ognuno su venti varietà di ortaggi. Promossi a pieni voti il microonde e il grill, che preservano meglio le scorte di antiossidanti.

5 Scopri la “resistenza” delle verdure: dallo stesso studio risulta che alcune varietà tollerano meglio il calore e la cottura. I carciofi, per esempio, mantengono intatto il loro corredo di antiossidanti. Buona tempra hanno dimostrato le melanzane (che danno il meglio fritte); anche fagiolini, barbabietole e aglio difendono bene la loro quota di nutrienti dall’attacco termico.

6-Scopri le varietà che traggono beneficio dalla cottura: sono le carote, il sedano, ma non bollito, e il pomodoro, che vede crescere la quantità di licopene, potente antiossidante di cui è stata ampiamente dimostrata la capacità antitumorale.

7-Se vuoi sfruttare l’effetto snellente delle verdure, devi scottarle appena: così le fibre non si sfaldano e riescono a catturare zuccheri e grassi, inibendone l’assorbimento da parte dell’organismo.

8-Quando prepari gli ortaggi stufati, lavali ma non scolarli. L’acqua che si portano dietro ti aiuta a cuocerle salvaguardandone il gusto e i principi nutritivi.

9-Minestre e zuppe di verdura sono un importante serbatoio di sali minerali: devono però essere cotte molto, in modo che la fibra, sfaldandosi, liberi nell’acqua i preziosi oligoelementi.

10. Per ottenere il massimo dagli ortaggi, abbina a ogni pasto verdure crude e cotte: le prime sono più ricche di antiossidanti, le seconde apportano generose quantità di minerali.

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3090 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 338 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 340 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 337 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 341 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 336 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 339
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY