Wise Society : Gambero rosso? No, equo

Gambero rosso? No, equo

di Francesca Tozzi
30 Maggio 2012

...per mangiare etico ed ecosostenibile anche fuori casa. La nuova guida di Altreconomia censisce e racconta i locali italiani che hanno scelto prodotti biologici, dell’orto, di produzione locale, a filiera corta, del commercio equo e solidale, vegetariani e vegani

Km zero Filiera corta Biologico BiodiversitàPer la gioia di chi non riesce a mangiare fuori casa senza sentirsi in colpa perché non sa se il cibo che sta mangiando è naturale ed ecosostenibile arriva una nuova guida edita da Altreconomia. È “Il gambero equo. Guida conviviale ai locali con l’anima: 200 e più cucine a km zero e con l’orto, prodotti locali e biologici, biodiversi  e solidali, che rispettano l’ambiente, le persone e il loro lavoro”, 160 pagine, 10 euro, in libreria da aprile 2012.

La guida del cuoco e viaggiatore Umberto Di Maria ha ingredienti unici. È infatti la prima guida che censisce e racconta i “ristoranti con l’anima” in Italia: locali che scelgono di far entrare in cucina i prodotti biologici, quelli dell’orto, di produzione locale, a filiera corta, del commercio equo e solidale, vegetariani e vegani, artigianali, legati alla biodiversità o a Presìdi Slow food, “resistenti” alla mafia o frutto del lavoro di cooperative sociali. Oltre al talento degli chef vengono valutati altri aspetti: la dignità del lavoro di persone disabili, il rispetto dell’ambiente e dei viventi, il valore della tradizione, l’uso di energie rinnovabili, il rifiuto di ogni spreco, la partecipazione alla rete dell’economia solidale.

© Riproduzione riservata
Altri contenuti su questi temi: , , ,
Continua a leggere questo articolo: