Wise Society : Frutta e verdura di ottobre: cosa mettere nel carrello
ARTICOLI Vedi tutti >>

Frutta e verdura di ottobre: cosa mettere nel carrello

Ottobre è la porta d'ingresso ai primi freddi. La frutta sui banchi del mercato ha il potere di difenderci dai raffreddori. Tra gli ortaggi e le verdure dominano i cavoli e la zucca

Mariella Caruso
14 Ottobre 2021

Il profumo di terra e funghi insieme a quello straordinario del tartufo bianco. Il sapore dolce della zucca e la cremosità dei cachi. Le mele e le pere che cominciano a esprimere il loro potenziale. I colori intensi delle melagrane, il giallo dell’uva che si carica. Il mese di ottobre è la porta d’ingresso nel vivo della stagione autunnale. In ottobre si assiste al cambiamento profondo dei colori. I rossi diventano granati, i gialli virano verso il dorato e il marrone intenso di noci, nocciole e castagne ci ricorda che il freddo è alle porte. E anche frutta e verdura cambiano, seguendo il cambiamento stagionale. In cucina le insalate fredde lasciano posto alle zuppe e alle verdure ottime da cuocere. Tornano in bella mostra nei banchi dei mercati i broccoli, i cavolfiori, il cavolo verza e i cavolini di Bruxelles, che permettono al nostro corpo di fare un pieno di vitamine e sali minerali.

Zucca

Foto Shutterstock

Verdura di ottobre: zucca, cavoli e funghi

Ottobre è anche il mese delle crucifere brassicaceae di cui fanno parte tutte le varietà di cavolo: verza, rapa, cappuccio e anche il pak choi che sta conquistando le nostre tavole. Tutte queste verdure a foglia verde sono ricche di vitamine, in particolare A, C e K. Contengono anche fosforo, calcio, magnesio e potassio.

La regina dei piatti di ottobre è la zucca con tutte le sue gamme di arancione. Ricca di beta-carotene, di minerali e vitamine, poverissima di grassi e priva di colesterolo, è un’alleata di salute ipocalorica. Nonostante il suo sapore dolce, è inoltre adatta alla dieta dei diabetici perché è una potente alleata del metabolismo degli zuccheri. 

Una menzione la meritano anche i funghi, che non appartengono ad alcuna delle categorie sopracitate, ma vengono annoverati all’ortofutta. Fonti di vitamine del gruppo B, in particolare B12, fosforo, potassio, selenio e magnesio sono utili per l’alimentazione di chi ha superato i cinquanta perché rafforzano il sistema immunitario e aiutano nella prevenzione delle malattie cardiocircolatorie.

Funghi

Foto di Alexandr Dzyuba / Unsplash

La frutta di ottobre che aiuta le difese immunitarie

Passando alla frutta ecco le castagne, tonificanti, ricche di fibra, magnesio, calcio, zolfo, fosforo; i cachi che ricchi di vitamina C aiutano le difese immunitarie a combattere i primi freddi e la melagrana che, grazie ai flavonoidi, aiuta l’elasticità dei vasi sanguigni. E fanno capolino anche le prime clementine.

Come d’abitudine, per aiutarvi nella scelta degli alimenti da mettere nel carrello a ottobre, ecco l’elenco dei prodotti stagionali che permette di accorciare la filiera in favore dell’ambiente e della nostra salute. Per comodità, abbiamo diviso l’elenco della frutta e della verdura di ottobre in due differenti liste, quella della frutta e quella degli ortaggi. Buona spesa a tutti!

Castagne

Foto di Sébastien Bourguet / Unsplash

Elenco della frutta di ottobre

  1. Castagne
  2. Cachi
  3. Clementine
  4. Lamponi
  5. Limoni
  6. Mele
  7. Pere
  8. Prugne
  9. Uva

Elenco della verdura di ottobre

  1. Aglio
  2. Bietole
  3. Carote
  4. Broccoli
  5. Cavolfiore
  6. Cavoli
  7. Cicoria
  8. Cipolle
  9. Finocchi
  10. Insalate
  11. Patate
  12. Peperoni
  13. Porri
  14. Prezzemolo
  15. Radicchio
  16. Rape
  17. Ravanelli
  18. Rucola
  19. Sedano
  20. Spinaci
  21. Zucche

Mariella Caruso

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo: