Vedi tutti >>
AstraZeneca
Azienda farmaceutica

Nata nel 1999 dalla fusione di Astra AB e Zeneca Group, AstraZeneca è oggi l’azienda farmaceutica leader nel mondo, con sedi operative in più di cento paesi in cui lavorano più di 57.500 dipendenti, 9mila dei quali attivi in ricerca e sviluppo. Il suo fatturato globale assomma a più di 26 miliardi di dollari (e 4,9 miliardi investiti in R&S).

La sede italiana si trova a Basiglio (Milano), dove è presente anche la divisione responsabile della conduzione degli studi clinici. In tema di responsabilità sociale, il Gruppo richiede alle proprie società e ai propri dipendenti di attenersi ai più elevati standard di integrità ed eticità. Tutte le società facenti capo ad AstraZeneca sono tenute, insieme ai loro dipendenti, ad ottemperare alle leggi di ogni Paese nel quale operano e agli elevati standard etici di comportamento.

L’attività nel campo della salute Astrazeneca non si limita alla ricerca, ma pone adeguata attenzione a iniziative di solidarietà come Healty Heart Africa e, in Italia, ha avviato un Osservatorio Salute per monitorare gli stili di vita e l’attenzione al tema.

Healty Heart Africa

Le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte per le persone con più di 45 anni. Inoltre, nel continente africano si registra un’elevata presenza di adulti ipertesi, condizione predisponente a un alto rischio di sviluppare complicazioni quali eventi cardiaci e ictus. Per questo AstraZeneca ha lanciato nel 2014, Healty Heart Africa (Cuore Sano Africa), programma di accesso ai farmaci, il cui obiettivo è trattare 10 milioni di persone con ipertensione in Africa nei prossimi 10 anni.

Lavorando con partner locali, il Gruppo sta fornendo adeguata formazione e attivando la creazione di centri di assistenza sanitaria per lo screening e il trattamento dei pazienti. Nel suo primo anno ha: condotto un milione di screening ipertensione in Kenya; aperto più di 250 strutture sanitarie; formato oltre 2.600 operatori sanitari in 21 paesi; diagnosticato circa 150.000 pazienti con pressione alta; e avviato il trattamento per 25.000 pazienti.

Sostenibilità ambientale

Accanto all’impegno per migliorare la salute, Astrazeneca ha attuato da anni un impegno per rendere più sostenibile ambientalmente la propria attività. Per questo si è data degli obiettivi che, a oggi mostrano sensibili miglioramenti: nel confronto tra 2015 e 2010 ha registrato: una riduzione del 21% delle emissioni di anidride carbonica; una riduzione dei rifiuti generati (18%) e di acqua consumata (14%). Inoltre al 2025 si è data degli obiettivi ancora più stringenti tra i quali spiccano l’uso di energia elettrica al 100% prodotta da fonti rinnovabili e la riduzione dell’impatto dei prodotti in tutto il loro ciclo di vita.