WISE PEOPLE Vedi tutti >>
Roberto Saviano

Roberto Saviano

scrittore
Roberto Saviano vive sotto scorta dall'ottobre 2006, dopo essere stato minacciato di morte dal clan camorristico dei casalesi a causa del libro "Gomorra". Appare spesso in tv perché è consapevole che, per lui, vis­i­bil­ità sig­nifica vita. Almeno quanto potrebbe essere pericoloso il silenzio. Prezioso alleato su cui la camorra fa affidamento da sempre
Roberto Saviano vive sotto scorta dall'ottobre 2006, dopo essere stato minacciato di morte dal clan camorristico dei casalesi a causa del libro "Gomorra". Appare spesso in tv perché è consapevole che, per lui, vis­i­bil­ità sig­nifica vita. Almeno quanto potrebbe essere pericoloso il silenzio. Prezioso alleato su cui la camorra fa affidamento da sempre
Biografia
3 febbraio 2016
Roberto Saviano è nato a Napoli nel 1979. Si è lau­re­ato in Filosofia all’Università degli Studi di Napoli Fed­erico II. Com­in­cia la sua car­ri­era nel 2002 scrivendo per Pulp, Diario, Sud, Il Man­i­festo, Il Cor­riere del Mez­zo­giorno e sul sito web let­ter­ario Nazione Indiana. Nel marzo 2006 pub­blica il suo primo romanzo “Gomorra”, edito da Mondadori. L’iniziale tiratura di 5000 copie ter­mina in una set­ti­mana, in pochissimo tempo il libro scala le vette delle clas­si­fiche sia in Italia che all’estero. Tradotto in 53 paesi diventa un best­seller con 2 mil­ioni e mezzo di copie ven­dute in Italia e 4 mil­ioni di copie ven­dute nel mondo. "Gomorra, viag­gio nell’impero eco­nom­ico e nel sogno di dominio della camorra” è un romanzo, scritto sulla base di espe­rienze vis­sute, forte­mente accusato­rio nei con­fronti delle attiv­ità del “Sis­tema”: un’organizzazione affaris­tica con ram­i­fi­cazioni impres­sio­n­anti su tutto il pianeta, la cui forza negli anni è stata sem­pre quella di godere del silen­zio e di rimanere ai margini dell'attenzione mediatica. Da "Gomorra" sono stati tratti uno spet­ta­colo teatrale, valso a Saviano gli Olimpici del Teatro 2008 come miglior autore di novità ital­iana, e l’omonimo film, diretto da Mat­teo Gar­rone, can­didato al pre­mio Oscar come miglior film straniero e pre­mi­ato a Cannes nel 2008 con il Gran Prix du Jury. Nel novem­bre 2009 Mon­dadori pub­blica il suo sec­ondo romanzo “La bellezza e l’inferno”, una rac­colta di arti­coli scritti soprat­tutto sotto regime di protezione. Nel marzo 2010 esce poi per Ein­audi un cofanetto con DVD dal titolo “La parola con­tro la Camorra”. Collabora con giornali italiani ed esteri. Per l'attività di scrittore ha ricevuto il Pre­mio Viareg­gio “Opera prima”, il Pre­mio Nazionale Enzo Biagi, il Geschwister-Sholl– Preis, il Pre­mio Gior­nal­is­tico di Lip­sia, il Pre­mio Vàzquez Mon­tal­bàn, il Pre­mio Mar­tinetto e la Lau­rea Hon­oris Causa dell’Accademia di Belle Arti di Brera.
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14949 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14948 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2983 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1812 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14947 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12649 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2276
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY