WISE PEOPLE Vedi tutti >>
Chiara Tonelli

Chiara Tonelli

genetista
Docente di Genetica all'Università Statale di Milano, la professoressa Tonelli crede nel valore della ricerca e la sostiene in laboratorio e in aula. In prima linea nella ricerca sulle biotecnologie, si confronta da anni con difficoltà normative e burocratiche nonché con i molti luoghi comuni che circolano sugli OGM. È impegnata nella valorizzazione delle migliori scoperte delle scienza operando nel comitato scientifico di The Future of Science, un ciclo di conferenze internazionali dedicate ogni anno a un tema diverso
Docente di Genetica all'Università Statale di Milano, la professoressa Tonelli crede nel valore della ricerca e la sostiene in laboratorio e in aula. In prima linea nella ricerca sulle biotecnologie, si confronta da anni con difficoltà normative e burocratiche nonché con i molti luoghi comuni che circolano sugli OGM. È impegnata nella valorizzazione delle migliori scoperte delle scienza operando nel comitato scientifico di The Future of Science, un ciclo di conferenze internazionali dedicate ogni anno a un tema diverso
Biografia
3 febbraio 2016
Chiara Tonelli è Professore Ordinario di Genetica presso l’Università degli Studi di Milano, Italia, e leader del Gruppo di Genetica Molecolare delle Piante, Dipartimento di BioScienze. È membro della European Molecular Biology Organisation (EMBO). I suoi interessi scientifici spaziano dagli aspetti fondamentali della biologia delle piante, alle applicazioni biotecnologiche. Scopo principale dei suoi studi è decifrare la logica del controllo trascrizionale e della regolazione genica nelle piante, sia durante la fase di sviluppo, sia nell’interazione con l’ambiente. Ha contribuito all’identificazione e alla caratterizzazione molecolare di famiglie geniche responsabile del controllo coordinato della sintesi di flavonoidi e antociani nelle piante. Più recentemente ha scoperto il primo fattore di trascrizione che regola in modo specifico i movimenti degli stomi nelle piante, scoperta legata alla possibilità di una maggiore sopravvivenza e produttività delle colture anche in condizioni di scarsità d’acqua. Le sue ricerche sono finanziate con fondi nazionali e internazionali. Chiara ha operato in numerosi comitati e advisory board scientifici in Italia e all’estero. Attualmente è membro dell’Advisory Group su Cibo, Agricoltura e Biotecnologia della Commissione Europea, nonché del Gruppo Europeo di Esperti per la Ricerca su Alimentazione e Salute; è membro del Consiglio della European Plant Science Organisation (EPSO) e del Comitato di Ricerca e Transfer Tecnologico dell’Università di Milano. È referee per diversi giornali scientifici internazionali e valutatore per agenzie di assegnazione di fondi di ricerca (ERC, ANR,USDA, EMBO, TWAS, Human Frontier). Dal 2005 Chiara è Segretario Generale della Conferenza Mondiale sul Futuro della Scienza, un ciclo di conferenze internazionali che riunisce eminenti esperti di varie discipline per discutere le implicazioni dell’avanzamento scientifico e aumentare la consapevolezza della società nel suo insieme, non solo in merito ai benefici della scienza, ma anche riguardo ai problemi e ai dilemmi che il continuo progresso scientifico comporta.