Michael Green: «Bisogna trovare altri modi di misurare il benessere della società»

Michele Novaga
30 luglio 2015

«E’ interessante notare come, sin dal momento della sua creazione, il PIL è stato sempre fortemente criticato come unità di misura del benessere delle nostre società: sia dal suo creatore Simon Kuznets negli anni ’30 che da Robert Kennedy negli anni ’60, quando fece un famosissimo discorso in cui lo criticò. I problemi sono da sempre noti, ma è stato negli ultimi 10 anni che il mondo si è dimostrato veramente pronto per un cambiamento». Comincia così la sua intervista con wisesociety.it Michael Green, economista e scrittore che ha messo a punto un nuovo modo di misurare la il benessere della nostra società: il Social Progress Index. «Esso tiene in considerazione solo ciò che interessa veramente alle persone: dai risultati ambientali a quelli sociali. Bisogna cercare di non avere solo a cuore ricchi e avere un PIL più alto, ma di stare meglio con le cose che davvero contano nella vita. Bisogna parlare di più di progresso sociale tramite uno scambio incrociato tra diversi interlocutori. Perché dobbiamo essere consapevoli che gli innovatori sociali, i governi, il business e la società civile hanno tutti un ruolo verso il progresso».

 

 

CONOSCI IL PERSONAGGIO
Michael Green
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 154 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12450 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1765 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10390 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24462 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24406
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY