SPECIALE : Uscire dalla crisi

Maurizio Pallante: quando meno è meglio

Paolo Robaudi
17 marzo 2014

Maurizio Pallante, saggista, paladino e fondatore del Movimento per la decrescita felice propone una nuova visione del sistema economia. In occasione del Salone Dal Dire al Fare, l’intervento al convegno iniziale.

 

CONOSCI IL PERSONAGGIO
Maurizio Pallante
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Una risposta a Maurizio Pallante: quando meno è meglio

  1. Lorenzo

    Buongiorno,

    mi chiamo Lorenzo. Ho partecipato alla presentazione del suo nuovo libro – I monasteri del terzo millennio – in occasione della Festa del Circolo Romano della Decrescita che ancora non ho avuto il piacere di leggere.
    Mi discpiace che non sia riuscito a comunicare ciò che veramente sentivo dentro.
    Il mio non voleva essere un ‘intervento – sugli ecovillaggi- in polemica o fuori dal contesto ma semplicemente un invito rivolto a tutti i presenti di affermare ciò che di positivo cè stato e cè nelle forme autorganizzate di cambiamento. Acune di queste poi emergono come punte di cieberg e fanno rumore, discutere, far scaturire proposte.
    Lei ha l’età di mio padre e quindi di esperienze, utopie, chimere, fallimenti ne ha visti molti più di me.
    Io ne ho , sopratutto letti, solo in minima parte ma ne ritengo comunque abbastanza sufficienti occupandomi di queste cose dall’università ad oggi e fanno direi un 20 anni.
    Volevo dire che tutti , anche le forme più precarie di ecovillaggi ( dove anch’io avrei delle remore a vivere) e le sperimentazioni più recenti , hanno contribuito e stanno tutt’ora contribuendo al cambio del paradigma del modello culturale.
    Un’altro discroso, e su questo concordo pienamente con lei e il Movimento, è il discorso dell’immagginario collettivo, della narrazione alla Vendola, del racconto, dello squarciare il dibattito, della desiderabilità per la maggioranza e delle proposte politiche sulla scia di quanto già è stato fatto negli ani passati con Sbilanciamoci e il lavoro pioneristico di A. Castagnola con la scuola di formazione di Economisti Scalzi.
    E il titolo della metafora del libro non poteva essere più azzeccato.
    Ecco, bastava che aggiungesse condensato in un minuto, ci siamo non solo noi ma anche altre esperienze che si muovo nella direzione di orto, comunità e fede, come San Cresci, come le esperienze ultime di condomini solidali nelle città dell’emilia romagna illustrate dettagliatamente dall’ultimo libro della Francesca Guidotti su ecovilaggi e cohousing, il sito del Cambiamento o l’Italia che cambia di Davide Tarozzi, PAEA, o la scuola di econarrazione di duccio Demetrio ad Anghiari, o le scuole di raccoglitori erbe di Maria Sonia Baldoni x allargare l’orizzonte e far percepire in un’istantanea che il paradigma avanza in tutta Italia con metodi e strategie differenti, a volte contrastanti.
    Concordo che non era il contesto e il luogo adatto. bastava un accenno fugace solamente a una di tutte le cose sopradette. Altrimenti sembra sempre di ricomincir daccapo o di essere quelli sempre più avanti a tutti.
    E invece x non sentirci piccoli .anche se i i numeri non sono ancora dalla ns. parte.
    Però che un industriale imprenditore o ricercatore abbia ideato una pompa che aspira acqua dal sottosuolo senza supporto dell’eenrgia fossile è uan grande scoperta e che sia uaspicabile che possa essere acuistata da un più numero di persone anche.
    Bisogna vedere l’accessibilità e la partecipaizone democratica delle teconologie perchè se poi uno deve continuare a lavorare 36 40 h a settimana allora cè qualcosa che non va nel nuovo paradigma.
    Ecco dove l’economia del dono, del baratto ma anche le esperienze isolate estreme possono forse venire in soccorso.
    E’solo una supposizione teorica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1508 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 60 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2293 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1764 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1766 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2701 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6255 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1765 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1768 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 42 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14459
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY