Wise Society : Consigli contro i colpi di sole e di calore del ministero della Salute
ARTICOLI Vedi tutti >>

Consigli contro i colpi di sole e di calore del ministero della Salute

Ecco un utile sunto di consigli e di suggerimenti su come riconoscere e prevenire questi malesseri potenzialmente letali

Ilaria Lucchetti
13 luglio 2012

foto di abooth202/flickrIntanto ne vanno riconosciuti i sintomi. Il primo è rappresentato da un improvviso malessere generale, cui seguono mal di testa, nausea, vomito e sensazione di vertigine, fino ad arrivare a stati d’ansia e stati confusionali, con possibile perdita di coscienza. La temperatura corporea aumenta rapidamente (in 10-15 minuti) fino anche a 40-41° C, la pressione arteriosa diminuisce repentinamente, la pelle appare secca ed arrossata, perché cessa la sudorazione. Nei casi più gravi può seguire un danno degli organi interni, che può portare fino alla morte.

Cosa fare per aiutare chi si trova in questa situazione:

– chiamare al più presto un medico;

– nell’attesa distendere la persona in un luogo fresco e ventilato, con le gambe sollevate rispetto al resto del corpo;

-per abbassare la temperatura corporea porre una borsa di ghiaccio sulla testa, avvolgere la persona in un lenzuolo o un asciugamano bagnato in acqua fredda;

-reidratare con acqua;

-non somministrare mai bevande alcoliche.

Dopo le manovre salva-vita, ecco i suggerimenti per prevenire questo pericoloso infortunio, soprattutto nel caso delle fasce d’età più a rischio, bambini e anziani.

In caso di previsioni di condizioni meteorologiche a rischio per la salute (livelli 2 e 3), si deve:

– vigilare sui bambini piccoli e fare in modo che essi assumano sufficienti quantità di liquidi;

– evitare nelle ore più calde (11.00-18.00) le aree verdi e i parchi pubblici delle città dove si registrano alti valori di ozono;

– prestare maggiore attenzione ai bambini che soffrono di malattie croniche come malattie cardiocircolatorie, respiratorie e asma.

In particolare, per i bambini piccoli va evitata l’esposizione al sole diretto. Inoltre, quando si trovano all’aria aperta, bisogna applicare sempre prodotti solari ad alta protezione sulle parti scoperte del corpo e vestirli in modo molto leggero lasciando ampie superfici cutanee scoperte. Per i bambini più grandi è necessario limitare le attività fisiche nella fascia oraria più torrida.

Gli stessi consigli di massima, come la permanenza in casa nelle ore a rischio e l’abitudine a bere molta acqua, valgono anche per la terza età. Ma si può capire se la salute di un anziano sta peggiorando a causa delle alte temperature? Si. Ecco i principali campanelli d’allarme: l’innalzamento della temperatura corporea e la riduzione di alcune attività quotidiane, come spostarsi in casa, vestirsi, mangiare, andare regolarmente in bagno e lavarsi. La riduzione di una o più di queste funzioni può significare un peggioramento dello stato di salute ed è consigliabile fare una segnalazione al medico curante, per un eventuale controllo delle condizioni cliniche.

E’ importante anche porre particolare attenzione a pazienti con patologie croniche o disturbi neuropsichici (es. malattia di Alzheimer)

Per maggiori informazioni, visitare il sito del Ministero della Salute

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *