Wise Society : Stella d’Italia, in cammino verso L’Aquila
ARTICOLI Vedi tutti >>

Stella d’Italia, in cammino verso L’Aquila

Al via l'11 maggio la camminata collettiva che partendo da cinque punte estreme d'Italia si concluderà in una città simbolo del riscatto dopo il terremoto del 2009

Francesca Tozzi
9 maggio 2012

Foto di wolfango/flickrIn marcia verso il cuore ferito d’Italia: l’Aquila. Venerdì 11 maggio da cinque punte estreme dell’Italia, Messina, Reggio Calabria, Venezia, Genova, Santa Maria di Leuca, partirà una camminata corale simbolica e di riscatto che si concluderà il 5 luglio nel capoluogo abruzzese.

Quasi a voler ricucire il Paese passo dopo passo, secondo quella che è la visione dell’ideatore dell’iniziativa Antonio Moresco che l’ha organizzata con l’associazione culturale “Il primo amore”. Stella d’Italia è il nome del grande cammino aperto a tutti – ma un minimo di allenamento è consigliato dato che si percorreranno in media almeno 25 km al giorno – che porterà all’Aquila i cinque gruppi seguendo un percorso a forma di stella passando attraverso piccoli borghi che li accoglieranno in ostelli e campeggi, luoghi che hanno una storia da raccontare e voglia di raccontarsi.

Dopo la partenza del primo gruppo da Messina l’11 maggio cui seguirà quella da Reggio Calabria il 12 ci sarà quella da Santa Maria di Leuca il 2 giugno. Questa tappa, che porterà i camminatori a ritrovarsi a Matera il 12 giugno, passerà per la Calabria, terra dai molti e annosi problemi ma con tanta voglia di riscatto dalla criminalità organizzata. A Matera parteciperanno tutti a una giornata di confronto, letture, letture, incontri e musica.

Nello stesso tempo partiranno i gruppi da Nord, il 25 maggio da Venezia e il 27 da Genova, passando in questo caso attraverso le terre devastate dall’alluvione per poi riunirsi lungo la via Francigena fino a ritrovarsi ad Assisi il 24 giugno dove ci sarà una giornata gemella a quella di Matera. L’arrivo di centinaia di camminatori all’Acquila rappresenterà un modo per riportare l’attenzione su una città ancora in rovina a ormai quattro anni dal terremoto del 2009, una città che simboleggia il desiderio comune di ricostruzione e rigenerazione.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12820 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8543 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 542 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8592 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1663 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6402 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8688 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12819 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 40 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 773
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY