Wise Society : Lama Michel Rinpoche: così ho trovato la mia strada
WISE INCONTRI Vedi tutti >>

Lama Michel Rinpoche: così ho trovato la mia strada

Ha incontrato la sua guida spirituale a cinque anni. Un caso, che gli ha cambiato la vita per sempre. Il maestro buddhista ci racconta come e perché a dodici anni ha lasciato la sua casa per vivere in un monastero

di Monica Onore
22 luglio 2010

Nato in Brasile nel 1981 a cinque anni incontra quello che sarebbe diventato il suo maestro Lama Gangchen, che gli avrebbe cambiato il corso dell’intera esistenza. A dodici anni si trasferisce in India, nel monastero buddhista Sepe per studiare gli insegnamenti del buddhismo e la filosofia tibetana. A ventiquattro anni segue ancora Lama Gangchen e viene a vivere a Milano.
Tutto è cominciato per una semplice coincidenza….

Lama Michel, monaco buddistaCome hai conosciuto il tuo maestro?

Mia madre era presbiteriana, mio padre di famiglia ebrea: ho ricevuto un educazione religiosa da parte di entrambi. Il giorno del trentesimo compleanno di mia madre, una coppia di amici venne a chiederle se poteva ospitare Lama Gangchen. Lei non sapeva nulla di buddhismo e men che meno del Tibet. Io mi sono subito innamorato del Llama e lo seguivo dappertutto. Anche i miei genitori ne furono conquistati, al punto che aprirono uno dei primi centri buddhisti del Brasile.

E tu quando e come ti sei avvicinato al buddhismo?

Intorno agli otto anni qualcuno mi disse che ero la rincarnazione di un maestro buddhista, ma io non ci feci molto caso.
A undici anni, invece, ho incominciato a pormi delle domande. Cosa ci faccio qui?  Perché la mia condizione è abbastanza privilegiata, mentre intorno a me c’è gente che vive di stenti? Cosa voglio studiare e perche?

Gli amici della mia famiglia, che pur avevano avuto successo, anche economicamente, si lamentavano di continuo e non sembravano affatto felici. Mentre ogni volta che incontravo Lama Gangchen sereno e appagato mi dicevo “vorrei essere come lui”.
Così, a dodici anni ho deciso di andare in monastero in India dove sono rimasto fino ai ventiquattro per diventare un maestro buddhista.
Sono ormai cinque anni che vivo a Milano, dove oggi insegno e condivido con gli altri quello che ho imparato.

Meditazione

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questa intervista:
CONOSCI IL PERSONAGGIO
Lama Michel Rinpoche
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

2 risposte a Lama Michel Rinpoche: così ho trovato la mia strada

  1. Diana Paolozza

    L’ho incontrata per caso un giorno sul web e da quel giorno non riesco a fare a meno di lei. Mo ha letteralmente cambiato la vita e le sarò grata per sempre. Diana

  2. Diana Paolozza

    L’ho incontrata per caso un giorno sul web e da quel giorno non riesco a fare a meno di lei. Mi ha letteralmente cambiato la vita e le sarò grata per sempre. Diana

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *