Wise Society : Chiara Tonelli e i segreti per vivere più a lungo
SPECIALE : I segreti della longevità
WISE INCONTRI Vedi tutti >>

Chiara Tonelli e i segreti per vivere più a lungo

Mantenere una intensa vita sociale, fare attività fisica e non fumare. Ma soprattutto seguire una dieta equilibrata per ridurre il rischio di malattie croniche. Ecco i segreti della longevità.

Michele Novaga
26 settembre 2013

Image by © Glenda Christina/Design Pics/CorbisPer vivere più a lungo ognuno di noi può osservare alcune regole semplici. Come per esempio seguire una dieta a base  di frutta, verdura e poche proteine come facevano i nostri antenati. Ce lo spiega Chiara Tonelli, Professoressa di Genetica all’Università di Milano e Segretaria Generale di The Future of Science.

Negli ultimi anni l’aspettativa di vita è aumentata. Viviamo quindi più a lungo ma viviamo anche meglio?

Questo argomento ci ha abbastanza affascinato. Sappiamo che nella popolazione italiana l’aspettativa di vita nell’ultimo secolo è aumentata di circa 30 anni. Un dato importante se si considera che l’età media agli inizi del novecento era di 47 anni e oggi è di 80. Ciò è dovuto in parte ad una alimentazione migliore, agli antibiotici ai vaccini e a tutta una serie di altre cose. Però il problema che ci poniamo adesso è vivere sì più a lungo ma in una migliore qualità di vita. Secondo le statistiche, infatti, ogni persona anziana passa almeno 10 anni della propria vita soffrendo di malattie croniche: cancro, diabete, malattie cardiovascolari. Il nostro scopo è quello di capire quei segreti che ci possono permettere di vivere non solo a lungo ma anche in buona salute.

Quali sono i segreti della longevità?

Per poter prevenire tutte queste malattie e vivere a lungo ci sono alcuni segreti principali. Uno è quello di avere una intensa vita sociale quindi lavorare e avere una famiglia. Tutto ciò aiuta tantissimo. Poi ci sono altri aspetti che riguardano il metabolismo delle nostre cellule quindi fare attività fisica e non fumare. Ma soprattutto seguire una dieta equilibrata perché ciò risulta fondamentale nel ridurre il rischio di malattie croniche.

Lo stile di vita che favorisce l’allungamento della vita  

Image by © Patrick Seeger/dpa/CorbisE la genetica non è tra questi fattori? Che importanza ha?

Ci sono tutta una serie di varianti di geni che permettono di vivere più a lungo. Ma noi sosteniamo che è sempre una interazione tra genotipo e ambiente cioè lo stile di vita che favorisce l’allungamento della vita. Noi ci siamo evoluti ai tempi in cui l’uomo era un cacciatore-raccoglitore che si muoveva e camminava molto e aveva una dieta non particolarmente ricca basata su frutta, verdura e su un po’ di proteine. Quindi il nostro dna e il nostro genoma si sono evoluti in questo senso ma la dieta occidentale è l’esatto opposto di quella che era la dieta dei nostri antenati. E questo oggi è un grosso problema per mantenerci in buona salute.

Il 40% dei tumori e l’80% delle malattie cardiovascolari e il diabete si possono prevenire con una dieta adeguata ipocalorica, molto ben bilanciata e ricca di frutta e verdura.

A questo proposito i dati di una ricerca scientifica stabiliscono che alcuni diabetici sottoposti a una dieta ipocalorica ricca in frutta e verdura nel giro di sei mesi possono ridurre la somministrazione di farmaci.

Radicchio, fragole, ciliegie, vino rosso e cioccolato. ecco la dieta che ti allunga la vita

Quanto è importante la dieta quindi nella longevità e che cosa in concreto bisogna mangiare?

Image by © Janssen, Valerie/the food passionates/Corbis

Noi suggeriamo di mangiare tanta frutta e verdura perché in essi ci sono delle molecole chiamate bioactive che sono proprio protettive. E tra queste, quelle che noi studiamo e che sono davvero potenti, ci sono gli antociani, dei pigmenti rossi che si trovano nei mirtilli, nelle fragole, nelle ciliegie nel radicchio e in tanta frutta e verdura che sono in grado di lavorare non solo come antiossidanti ma di modulare l’attività dei nostri geni. Noi consigliamo di bere del vino rosso con moderazione e mangiare oltre a questa serie di alimenti anche le arance rosse che contengono anch’esse antociani. Abbiamo anche sviluppato un mais transgenico rosso grazie al quale contiamo a breve di avere facilmente accesso ad una serie di prodotti.

E il cioccolato fondente?

Fornire indicazioni per una dieta salutare non significa necessariamente mangiare delle cose cattive. Vuol dire anche mangiare cose piacevoli. Un’altra cosa importante che consigliamo -anche se non contiene antociani ma bensì flavonoidi– è il cioccolato fondente. Con un bicchiere di vino e un pezzo di cioccolato e poi un piatto di frutti di bosco e una bella insalata rossa uno è a posto.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questa intervista:
CONOSCI IL PERSONAGGIO
Chiara Tonelli
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21341 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2765 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1404 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21339 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 406 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6621 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21340 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 311 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2441 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12861 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8762 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 573 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14530 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 310
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY