EVENTO Vedi tutti gli eventi >>

Fa’ la cosa giusta! 2018

iCal Import
Inizio:
23 Marzo 2018
Fine:
25 Marzo 2018
Sito:
falacosagiusta.org
Locale:
fieramilanocity, Padiglioni 3 e 4
Indirizzo:
Via Colleoni, Milano
Fa' la cosa giusta! 2018

Fa’ la cosa giusta! 2018

Torna dal 23 al 25 marzo 2018 Fa’ la cosa giusta! , l’edizione nazionale della fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili che compie quindici anni.

Per festeggiare questo traguardo l’ingresso sarà eccezionalmente gratuito per tutti i visitatori. L’edizione 2018 si articolerà in 11 sezioni tematiche, che daranno spazio ad ambiti storici come la moda etica e l’arredamento sostenibile, a quelli più recenti come la scelta vegana e cruelty free e ai temi emergenti del consumo consapevole. 32mila m2 di area espositiva, arricchiti da un ampio programma culturale con incontri, laboratori e dimostrazioni pratiche.
Tra le novità di questa edizione: Sfide. La scuola di tutti, un vero e proprio salone rivolto a tutti i protagonisti della scuola con programma seminari, convegni e attività pratiche.
In occasione dell’anno nazionale del cibo italiano, un focus di Fa’ la cosa giusta! sarà dedicato alla valorizzazione dei presidi alimentari locali. La rete di Borghi Autentici d’Italia porterà in fiera le “Comunità del cibo buono e autentico”, una vetrina dei protagonisti del mondo del cibo nelle piccole realtà locali di valore.
Durante i tre giorni si potrà partecipare a laboratori e show cooking organizzati da FunnyVeg Academy: minicorsi tenuti da sei chef, tra cui Simone Salvini, per scoprire e imparare tutti i segreti della cucina veg.
Tra le iniziative che verranno presentate in fiera: la Primavera per la Mobilità Dolce 2018, caratterizzata da decine di eventi per pedalare, camminare, scoprire le greenways e le ferrovie turistiche.
Tesla proporrà, infine, il proprio Powerwall, una batteria domestica che funziona in modo integrato con i pannelli solari, immagazzinando l’energia in eccesso generata durante il giorno per renderla disponibile quando necessario, riducendo al minimo la dipendenza dalla rete elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *