Pirelli
Fin dalla sua nascita, oltre 140 anni fa, Pirelli persegue un modello di sviluppo orientato verso una crescita sostenibile e responsabile. L’azienda è quotidianamente impegnata nella riduzione degli impatti ambientali dei propri prodotti e processi produttivi e nella costante attenzione verso le proprie persone e verso le comunità locali in cui opera. Ne è esempio la sua attiva partecipazione al progetto “Sustainable Mobility Project 2.0”, ideato e promosso dal WBCSD, il World Business Council for Sustainable Development (WBCSD), di cui Pirelli è membro.
Sustainable Mobility Project 2.0

Unica azienda italiana a partecipare al progetto, Pirelli affianca altre multinazionali del settore automotive e componenti, dei trasporti, dell’energia e dell’ICT nello sviluppo – insieme al World Business Council for Sustainable Development (WBCSD),  associazione che raggruppa circa 200 aziende multinazionali di oltre 30 paesi impegnate nella ricerca di punti comuni tra crescita economica e sviluppo sostenibile – di una metodologia e nuove soluzioni di mobilità che consentano di affrontare i previsti cambiamenti demografici che da qui al 2050 porteranno a un incremento della popolazione mondiale fino a 9,1 miliardi (dagli attuali 7 miliardi) e a una crescente concentrazione della popolazione nelle aree urbane.

Il progetto sviluppato da Pirelli e dal WBCSD  si concentra, tra le altre cose, sulla città brasiliana di Campinas, sede di uno stabilimento del gruppo, che affianca le altre 5 città campione coinvolte nell’iniziativa: Amburgo, Bangkok, Chengdu, Indore e Lisbona.

Nell’ambito del progetto, Pirelli- insieme  alle altre aziende partecipanti al gruppo di lavoro legato alla città di Campinas – ha fornito supporto e know-how per condurre un’indagine tra la popolazione della città brasiliana per individuare le principali criticità legate alla mobilità cittadina. Il progetto “Sustainable Mobility Project 2.0” ha inoltre contribuito a supportare le autorità locali nel pianificare corsie preferenziali per i mezzi pubblici e alla diffusione di soluzioni di mobilità attiva, come le piste ciclabili, all’interno del contesto cittadino. I risultati ottenuti sono stati presentati dal WBCSD, insieme a Pirelli, ai principali interlocutori locali nel corso dello stakeholder dialogue tenutosi a gennaio 2016.