Figli del Mondo
L’associazione di Promozione Sociale “Figli del Mondo” nasce nell'aprile 2002 come iniziativa non-profit promossa da un gruppo di imprenditori, dirigenti d'azienda e professionisti operanti nel territorio della provincia di Rimini.
Figli del Mondo si rivolge alle Associazioni imprenditoriali, alle imprese, ad Enti ed istituzioni, a professionisti e a privati che riconoscano il significato ed il valore di un modo diverso di fare impresa, in cui le capacità organizzative, progettuali ed economiche siano impegnate a favore di tutta la comunità.
Match profit/nonprofit: un nuovo parco giochi inclusivo per bambini disabili e non

Tutto nasce nasce dal progetto Imprese Co-Responsabili promosso dalla Camera di Commercio di Rimini insieme a Figli del Mondo, che ha permesso di far conoscere e lavorare insieme una realtà noprofit territoriale l’Associazione Crescere Insieme Onlus e Coop Adritica, ora coop.alleanza 3.0. Dai primi incontri è emersa l’occasione di una collaborazione nella ristrutturazione del supermercato Coop che ha deciso di allargare i lavori anche all’area esterna e ha pensato bene di coinvolgere l’Associazione Crescere Insieme e la fondazione Valemour nella progettazione di un area inclusiva dedicata anche ai bambini con disabilità. Una piazza che è solo un punto d’incontro per il quartiere ma aspira ad essere molto di più. Con una parte dedicata al verde e un’altra dedicata a giochi inclusivi, accessibili fisicamente a tutti i bambini. Un luogo di gioco allegro, perché colorato, grazie alle colonne del porticato della Coop decorate con i dipinti di Mattia Luparia, che dipinge utilizzando le ruote della sua sedia a rotelle.

È davvero un progetto d’integrazione a 360 gradi perché l’dea non è solo quella di aver ridisegnato la piazzetta secondo le necessità di tutti, dove bambini con disabilità potranno giocare insieme ai loro coetanei, senza limitazioni d’accesso, ma anche quella di aver fatto lavorare, per le successive operazioni di manutenzione, i ragazzi con disabilità intellettiva legati all’Associazione Crescere Insieme. Un modello di matching tra profit e nonprofit che nasce dall’ascolto dei ‘sogni nel cassetto’ delle associazioni noprofit e delle loro mission più profoonde, nel caso specifico il maggior livello di autonomia e integrazione lavorativa dei ragazzi portatori della sindrome di Down, e dall’incontro con le linee di sviluppo delle politiche di responsabilità sociale delle aziende come Coop. Adriatica