Banca Popolare di Milano
Fondata nel 1865, BPM ha mantenuto saldo il legame con i territori di riferimento, promuovendo iniziative di sviluppo sostenibile e creando valore per tutti i suoi interlocutori in diversi ambiti di attività, tra cui quello della solidarietà. Tutto ciò per contribuire allo sviluppo economico, sociale e civile, in una logica che coniughi il fare utili con l’essere utili.
Report di sostenibilità 2015

Il Report di Sostenibilità 2015 del Gruppo BPM, in sole 60 pagine, descrive la logica del business e la gestione dell’impresa attraverso la relazione con gli stakeholder, l’utilizzo dei capitali rilevanti per l’attività aziendale, la modalità di generazione e distribuzione del valore. Pur rimanendo un documento tecnico, in quanto redatto secondo le linee guida del GRI G4, organizzato nei contenuti ispirandosi ai principi IIRC e sottoposto a limited assurance da parte di KPMG, la versione 2015 racconta il business da una prospettiva inedita e con linguaggio e contenuti adatti ad un pubblico più ampio rispetto al Bilancio Civilistico.

Nel documento è stato presentato, per la prima volta, il modello di business del Gruppo BPM che descrive, in maniera semplice e immediata, come mission e strategia di crescita si concretizzino nell’utilizzo dei capitali tangibili e intangibili che rendono possibile lo svolgimento delle attività, la realizzazione degli obiettivi di medio – lungo periodo e la generazione di valore economico e sociale. Identità, contesto operativo, creazione di valore e capitali aziendali sono i temi sviluppati all’interno del documento, con un focus costante sulla relazione con gli stakeholder e sull’integrazione delle loro istanze nel Piano Industriale. Attraverso un “matching” tra temi materiali, identificati e condivisi dal top management di BPM, strategia e capitali utilizzati nel business abbiamo cercato di comunicare come elementi finanziari e non finanziari interagiscono tra loro per raggiungere gli obiettivi strategici.

Pur considerando la redditività, l’equilibrio patrimoniale e la gestione del rischio degli elementi prioritari sviluppati nel documento, viene evidenziato come anche elementi extra-finanziari quali la qualità della relazione con la clientela e la comunità, la valorizzazione e lo sviluppo del capitale umano, la capacità di innovare e adeguarsi ai cambiamenti contribuiscano attivamente al raggiungimento degli obiettivi di business.