Avanzi. Sostenibilità per azioni
Avanzi S.r.l., nata nel 1997, promuove la sostenibilità nelle organizzazioni aziendali e del terzo settore. Nel corso degli anni, ha realizzato più di 200 progetti legati alle aree della consulenza, rigenerazione urbana e creazione di nuova impresa. Avanzi si avvale di un team che, accomunato da una spinta ideale, elabora e facilita la realizzazione di soluzioni innovative per la sostenibilità. Imprenditori, consulenti e ricercatori, che con intraprendenza rispondono alle sfide della contemporaneità.
Avanzi e l’innovazione per la sostenibilità

Avanzi rilancia il proprio ruolo al fianco delle imprese. In uno scenario di sostenibilità che sta cambiando, Avanzi intende rafforzare il proprio supporto alle imprese sostenibili, trasformandole in attori di innovazione sociale. Il focus strategico si sostanzia in un nuovo quadro logico: da una parte le attività per le imprese, volte al rafforzamento del profilo di sostenibilità – di processi, prodotti e servizi, strumenti culturali e di governance, prevalentemente a vantaggio dell’impresa stessa per guidare il cambiamento (e non solo adattandosi ad esso) dentro l’organizzazione; ciò ha a che fare con una rinnovata cultura della sostenibilità capace di guidare il posizionamento strategico delle organizzazioni, anche attraverso una coraggiosa apertura all’ambiente esterno ed al milieu di riferimento, per trarne spunti di innovazione aperta.

Al contempo, Avanzi si propone quale abilitatore di azioni innovative con le imprese, volte a favorire attività multistakeholder per reinterpretare (parte de) il ruolo dell’impresa nella comunità e nei territori (fisici o metaforici) di riferimento, come partner di innovazione sociale, al servizio delle politiche pubbliche innovative, soggetto abilitatore di “community building” e di rigenerazione urbana.

Si tratta di una ridefinizione del ruolo dell’impresa come nodo (e snodo) capace di creare e rafforzare nuove relazioni, collaborazioni e partnership che siano in grado di rispondere in maniera efficace e convincente ai bisogni, latenti, emergenti o diffusi della collettività. Si tratta di rimettere al centro il fine ultimo di ogni iniziativa imprenditoriale: quello di generare i presupposti per la creazione di valore, non necessariamente ed esclusivamente di tipo economico.