Wise Society : Caldo estivo: come difendersi dall’ozono
CONSIGLI Vedi tutti >>

Caldo estivo: come difendersi dall’ozono

I consigli di Wise Society per proteggere la nostra salute dall'ozono in presenza di elevate temperature

13 giugno 2017
caldo, ozono, estate, malattie respiratorie

In estate a causa delle alte temperature, l’ozono nelle città può raggiungere alte concentrazioni, Foto iStock

Il limite per la protezione della salute da non superare è fissato a 120 microgrammi per metro cubo. Ma spesso soprattutto in estate e in presenza di temperature elevate, il livello nelle città può salire superando anche la soglia di informazione fissata a 180 microgrammi e avvicinarsi pericolosamente a quella di allarme (240). Stiamo parlando dell’ozono, un gas naturalmente presente nell’aria che respiriamo ma che diventa quello smog fotochimico pericoloso e dannoso soprattutto in estate mano a mano che cresce la sua concentrazione nell’aria.

L’inquinamento da ozono provoca effetti nocivi sulla salute soprattutto di alcune categorie di persone come anziani, donne incinte e bambini provocando crisi asmatiche, malattie respiratorie, mal di testa, irritazioni cutanee.

Come difenderci dunque? Ecco alcuni consigli utili:

  • – Seguire una corretta dieta basata su alimenti con proprietà antiossidanti come: verdure fresche, pomodori, prezzemolo, limoni, kiwi, ribes, fragole, albicocche Ma anche noci, nocciole, avocado ricchi di vitamina E o di selenio (pollo, tonno, molluschi, cavoli, cereali).
  • – Dotarsi di mezzi elettrici per lavori da giardinaggio o bricolage e non alimentati a benzina
  • – Impiegare prodotti privi di solventi in caso di lavori di manutenzione o pulizia (come vernici all’acqua o spray ecologici)
  • – Spostarsi a piedi o in bici o con mezzi di trasporto pubblico rinunciando all’automobile ed evitando così di incrementare il livello di ozono nell’aria
  • – Svolgere le attività sportive o i lavori pesanti nelle ore più fresche (mattina presto o sera)
  • – Limitare l’esposizione all’aria aperta nelle ore di maggiore insolazione (12.00/16.00)
  • – In caso di sintomi frequenti di problemi respiratori o cefalee consultare un medico
© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 338 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1872 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13870 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8809 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27777 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27810 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 25002 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7324 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12561 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 373 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27809 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27811 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27808 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7530
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY