Wise Society : Giocare, dormire, lavorare in una casa sull’albero
ARTICOLI Vedi tutti >>

Giocare, dormire, lavorare in una casa sull’albero

Realizzata a impatto zero e con materiali eco-friendly dall'azienda Sullalbero, è già una realtà in molti giardini pubblici e privati d'Italia e Svizzera

Michele Novaga
21 novembre 2016
Casa sullalbero, Enzo Falsitta

La casa sull’albero Castle Tree house alla Casa del gelato di Peschiera Borromeo, Image by Masiar Pasquali Photographer

Alzi la mano chi da piccolo non ha mai sognato di avere una casa sull’albero appoggiata a uno di quei tronchi del giardino di casa dove salirci con i compagni di gioco e nascondersi dai grandi. Oppure chi da adulto non ha mai desiderato ritirarsi su un albero per stare in simbiosi con la natura magari godendo di panorama mozzafiato. Quello che sembrava una fantasia da cartone animato oggi è diventata una realtà e costruire case sull’albero solide e funzionali non è più un’utopia.

Merito di Davide Torreggiani, manager d’azienda che, un giorno, volendo costruire una casa sull’albero per le figlie, dopo una ricerca accurata, si accorge che nel mercato c’è un vuoto assoluto; perché in Italia non ci sono aziende specializzate nella costruzione di case sull’albero contrariamente a quello che avviene per esempio in Francia o Germania. E così abbandona il suo lavoro e fonda, con l’amico Enzo Falsitta professionista del mondo della finanza, “Sullalbero”. Insieme si mettono a lavorare al loro progetto e oggi, pochi anni dopo quell’intuizione, sono già oltre una trentina le case sull’albero realizzate dalla loro azienda su terreni pubblici e privati. Come il Castle Tree house costruito nel giardino della Casa del Gelato all’Idroscalo di Milano o del Red Tree House Giardini al Bosco di Thiene, o della casetta dei giochi dell’asilo British college di Gallarate. Senza dimenticare le altre dimore sull’albero costruite nei giardini di tenute private o in quelli di strutture ricettive come agriturismi e bed and breakfast.

Casa sullalbero, Enzo Falsitta

L’interno di una casa sull’albero costruita in un giardino di una casa in Brianza, Image by Masiar Pasquali Photographer

TEMPI DI COSTRUZIONE E BUROCRAZIA: Ma come si fa a costruire una casa sull’albero? «Dopo la visita di un nostro agronomo e di un architetto nella quale cerchiamo di capire le esigenze dei clienti, gli presentiamo delle soluzioni personalizzate. Una volta scelto il progetto che più si adatta ai loro desideri, iniziamo la fase costruttiva che dura due o tre settimane nel nostro stabilimento, – racconta a Wise Society Enzo Falsitta -. Lì il cliente vede la casa già montata; così, nel caso di modifiche, è più facile intervenire. Poi, cercando di smonatre il meno possibile la struttura, la portiamo nel giardino del cliente per posizionarla». Il punto dolente però riguarda i permessi dato che non esiste una legislazione univoca nazionale e regole e balzelli cambiano da comune a comune. «E’ importante illustrare all’ufficio tecnico  dei diversi comuni l’impatto zero delle nostre strutture, cosa facciamo e le caratteristiche delle nostre realizzazioni che sono amovibili e non invasive. Per questo è necessario avere un dialogo costante con ogni reatà», aggiunge ancora Falsitta.

STRUTTURA A IMPATTO ZERO SUGLI ALBERI: La case sull’albero sono molto rispettose della pianta e poco invasive e anche i materiali utilizzati sono eco friendly. “La pianta – continua Falsitta – deve essere abbastanza resistente da sorreggere una casa. Anche se, per non danneggiarla, creiamo un telaio senza chiodi e senza viti su cui poi si appoggia la struttura con cavi e fascioni asolati. Infatti, la casa non deve vincolare in nessun modo la pianta nè nei suoi movimenti nè nella sua crescita. Per le nostre case oltre al legno certificato proveniente da riforestazioni, utilizziamo della fibra di cocco sul punto di contatto tra la struttura e la pianta per non creare abrasioni e per non fare stagnare l’acqua. Per le coibentazioni, usiamo materiali naturali come la lana di pecora proveniente dagli scarti dell’industria tessile italiana perché ha caratteristiche termiche e traspiranti molto importanti». Poi per produrre energia si ricorre a pannelli solari e per le acque reflue la casa sull’albero viene collegata alla fogna vicina oppure viene creato un impianto di fitodepurazione.

Casa sullalbero, Enzo Falsitta

Costruire una casa sull’albero ha dei costi al metro quadrato che variano dai 2000 ai 4000 euro, Image by Masiar Pasquali Photographer

I COSTI: I prezzi variano molto in base a diversi fattori in considerazione del fatto che si tratta di una struttura sospesa da terra. Tuttavia il costo al metro quadrato parte da 2000 euro per la parte coperta e 1000 euro per quella scoperta. Costi che possono aumentare fino a 4000 euro al metro quadrato per strutture più complesse. E dipende anche dal tipo di clientela che chiede cose sempre più ricercate. «Ne abbiamo fatta una per una signora che voleva assolutamente passare la prima notte di nozze sull’albero».

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6644 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 15752 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 817 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26759 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26756 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26757 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12788 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26760 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21734 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22547 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13224 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26758
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY