Wise Society : A Milano nasce il primo “Condominio efficiente”
ARTICOLI Vedi tutti >>

A Milano nasce il primo “Condominio efficiente”

Grazie ad un intervento di riqualificazione ora l’edificio di viale Zara 58 emetterà 250 tonnellate di Co2 in meno l'anno

12 giugno 2015

viale Zara 58 riscaldamento e raffreddamento riqualificazione energetica Rete Irene qualità dellaria l’efficienza energetica Legambiente isolamento termico emissione CO2 comune di milanoSi sa: a Milano (anche se il discorso potrebbe esteso a tutte le città dello Stivale) l’efficienza energetica della maggior parte degli edifici rappresenta un problema. Secondo una recente stima di Rete Irene (il network di imprese che riqualifica le abitazioni) ben il 70% delle abitazioni dei milanesi rientra nelle classi energetiche più basse.

Una fotografia della realtà abitativa che comporta da un lato costi elevati di riscaldamento e raffreddamento per gli inquilini. Dall’altro una maggiore emissione di Co2 nell’aria respirata da tutti. Come fare per migliorare la situazione? A Milano grazie alla campagna ”Condomini Efficienti, Tavolo Patti Chiari per l’Efficienza Energetica” promossa da Legambiente e patrocinata dal Comune di Milano è stato possibile riqualificare un intero stabile: quello di viale Zara 58. Che da classe F (la peggiore insieme alla G) è passato a classe C consentendo, grazie all’isolamento termico di 4.500 metri quadrati di facciata, la riduzione del fabbisogno energetico da 166.80 a 84.23 KWh/m² e immettendo nell’ambiente 250 tonnellate di CO2 in meno all’anno.

I lavori, che hanno consentito di riconsegnare alla città un edificio completamente rinnovato, hanno comportato un complesso intervento edile-impiantistico, che ha interessato sia le opere di rifacimento delle facciate tramite isolamento termico a cappotto, sia il rifacimento dei pavimenti dei balconi, e l’impermeabilizzazione di una parte della copertura dello stabile. Grazie a questo le 46 famiglie del condominio di viale Zara 58  ora vivono in un ambiente completamente rinnovato, con una ricaduta positiva sul taglio dei costi in bolletta e sul valore dell’immobile (10% in più), oltre a una riduzione considerevole delle emissioni inquinanti nell’aria a beneficio dell’intera comunità.

«Dall’efficientamento energetico degli edifici privati a Milano si potrebbe arrivare a un risparmio di 814 kton di Co2 entro il 2020 (rispetto al 2005) e sono proprio questo tipo di iniziative che possono aiutare Milano a raggiungere l’obiettivo, dando ai cittadini strumenti semplici che permettano loro di contribuire a migliorare la qualità dell’aria della nostra città», ha dichiarato Pierfrancesco Maran, assessore alla Mobilità e Ambiente del Comune di Milano.

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9913 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10243 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24352 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 309 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24349 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12103 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24348 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 20290 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24350 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24351
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY