Wise Society : Veranu, il pavimento che produce energia
ARTICOLI Vedi tutti >>

Veranu, il pavimento che produce energia

Una start up sarda ha creato una mattonella che genera energia elettrica pulita camminandoci sopra. Due campagne di crowdfunding attive per finanziare il progetto

Maria Enza Giannetto/Nabu
27 gennaio 2017
veranu, pavimento, energia, passi

Grazie alla mattonella progettata da Veranu, bastano 20 passi per accendere un lampione a luci LED in una piazza e 10.000 per ricaricare interamente la batteria di uno smartphone (energia media 11.5 Wh)

Un pavimento che genera energia elettrica pulita semplicemente camminandoci sopra. È l’idea innovativa della start up sarda Veranu (www.veranu.eu/it) che ha pensato e prodotto la mattonella che converte l’energia cinetica dei passi in energia elettrica per effetto piezoelettrico. Il progetto è nato nel 2012 dalla tesi di laurea specialistica sui sensori di pressione piezoelettrici che l’ingegnere elettronico Alessio Calcagni ha realizzato presso il Laboratorio di Dispositivi Elettronici Avanzati dell’Università di Cagliari.

Dopo studi, prove tecniche, prototipi e un percorso di incubazione nel venture incubator di Capoterra, il 27 luglio 2016, la start up si è costituita come Srl innovativa. Oggi, oltre al Ceo Calcagni, il team annovera  i co-founder Giorgio Leoni Simone Mastrogiacomo,  cui si sono aggiunti Giovanni Sanna, Damiano Congedo,  e infine Antonio Chiarello.

«Il mercato – spiegano – attualmente offre prodotti che utilizzano generalmente l’energia rinnovabile generata dalla natura, noi invece abbiamo visto una opportunità tramite i prodotti che generano energia rinnovabile attraverso le persone, il mercato dell’energy harvesting delle persone». Si tratta di quello in cui l’energia proveniente da sorgenti alternative, viene catturata e salvata ed è un settore nuovo e in crescita che può essere integrato ad attuali soluzioni di energia rinnovabile come quella solare o eolica: l’Energy Harvesting Market Report di marketsandmarkets.com stima, infatti, che l’energy harvesting nel 2022 potrà valere 974.4 milioni di dollari, con un rate stimato di crescita dal 2016 al 2022 del 19.6%.

Realizzata con materiali riciclati che abbattono le emissioni di CO2 e riducono anche i costi di produzione, la mattonella Veranu è «facile da installare e da gestire per la manutenzione grazie al peso e dimensioni ridotti (poco più di un kg per un modulo di dimensioni di 30 centimetri per lato) e si integra con ogni tipo di pavimentazione tradizionale poiché si installa direttamente sul massetto diventando, di fatto,  una tecnologia invisibile». Una proprietà, questa, che permetterebbe a Veranu un’installazione in zone urbane in cui non è possibile deturpare l’urbanistica come in alcuni centri storici.

veranu, pavimento, energia, passi

Il team della start-up Veranu al completo

Le potenzialità, secondo i suoi inventori, sono altissime: con un solo passo si può erogare fino a 2 W di potenza e bastano 20 passi per accendere un lampione a luci LED in una piazza e 10.000 per ricaricare interamente la batteria di uno smartphone (energia media 11.5 Wh). Veranu ha, inoltre, come obiettivo non solo quello di cambiare la concezione del pavimento tradizionale, visto come oggetto passivo, in uno strumento attivo in grado di generare  energia, ma anche quello di «sviluppare stili di vita sostenibili energeticamente nel rispetto dell’ambiente e con un’ottica diversa, partendo da noi stessi e dalle nostre azioni. Noi crediamo – spiega il team – che la nostra soluzione possa creare stili di vita ecosostenibili e un nuovo modo di porsi nei confronti di alcuni problemi».

Il prodotto infatti, non solo può generare energia, ma può anche essere implementato di servizi Iot (Internet of things, il cosiddetto internet delle cose) in modo da poter essere utilizzato con tanti altri servizi.
Per mettere a punto l’intero progetto, la società ha già lanciato due campagne di crowdfunding: una sulla piattaforma di equity crowdfunding Equinvest  (nata per offrire sul web un asset alternativo alla finanza tradizionale), un’altra, appena partita, su Eppela organizzata collaborazione con Poste Italiane (piattaforma di crowdfunding reward-based per creativi e startup in cui è possibile condividere un’idea, renderla un progetto di crowdfunding e darle visibilità per i finanziamenti).

Grazie al contributo dei donatori, Veranu intende installare il pavimento intelligente in alcuni dei luoghi più frequentati dalla comunità come le piazze, le fiere, gli aeroporti e i centri commerciali. Inoltre, è prevista un’app contapassi che sensibilizzi e informi gli utenti sulla quantità di energia che è stata prodotta e quanta CO2 è stata risparmiata.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27050 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 11926 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27052 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27049 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 11924 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26950 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26949 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27048 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27047 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27051 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27053 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27054 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2303 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27046
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY