Wise Society : Riduzione dei rifiuti: i progetti vincitori dell’European Waste Week 2012
ARTICOLI Vedi tutti >>

Riduzione dei rifiuti: i progetti vincitori dell’European Waste Week 2012

Sei le iniziative virtuose riconosciute, tra le oltre settemila selezionate da tutti i Paesi europei. Per vivere in un mondo più pulito e rispettoso dell'ambiente

Donatella Pavan
9 luglio 2012

European Waste Week 2012Dall’ultima edizione dell’European Waste Week progetto triennale (2009-2011) per la riduzione dei rifiuti nel vecchio Continente, sono risultati vincitori sei progetti tra le 7035 best practice messe in atto nell’edizione del novembre 2011. Vediamoli nel dettaglio per capire quali sono le iniziative più nuove e virtuose in questo settore.

Partiamo dall’inizio: data l’impressionante mole di rifiuti che ogni anno si riversano sul suolo europeo – secondo Eurostat, nel solo 2009 ne abbiamo prodotto in media 512 kg a testa – il programma Life+ dell’Unione Europea  ha avviato un progetto triennale per la riduzione dei rifiuti. L’European Waste Week ha fatto da volano per avviare importanti progetti in questo ambito. La manifestazione si è conclusa con la premiazione di sei iniziative virtuose tra le 7035 selezionate in 20 Paesi: i premi assegnati  alla Maison de la Chimie a Parigi (nei giorni 19-20 giugno scorso) sono andati a 5 progetti per 5 differenti categorie ( pubbliche Amministrazioni, Associazioni e ONG, imprese, scuole e altro tra cui ospedali, case di riposo, ecc.), più un premio speciale della giuria.

No alla plastica, sì al vuoto a rendere

Nella sezione pubbliche amministrazioni ha vinto l’austriaco Multi-use Styria bottle, partendo dal presupposto che una bottiglia usa e getta produce circa 5 volte le emissioni di una “a rendere” e che ora solo il 35 percento delle bottiglie in uso nella regione vengono lavate e riusate, questo progetto mira a portare al 50 percento il numero di bottiglie riusate. Una campagna comune avviata dalla regione e dal Department of viticultore Styrian Chamber of agriculture vuole incrementare la quantità di “Steiermarkflaschen”, ovvero di bottiglie di vino stiriane che vengono riutilizzate dopo il consumo.

Difesa dell’ecosistema e lotta agli sprechi

Parigi Conferenza 2012Nella categoria associazioni e ong ha vinto il turco Waste Reduction Awarness Project della Junior Chamber International di Izmir, che mira a ridurre i rifiuti lungo la costa, facendo crescere la coscienza ambientale nelle scuole grazie ad un training formativo.

Per l’area industria e business è stata selezionata la Green Week della Queen’s University Elms Village di Belfast, nel Regno Unito, dove hanno ideato una molteplicità di attività da svolgere nel campus che raccoglie circa 1800 studenti: tema dominante lo swapping, ovvero baratto di vestiti, libri e giochi e la riduzione degli scarti in cucina. Hanno sviluppato un libro di cucina che suggerisce come misurare le giuste quantità di cibo, conservare correttamente nel frigo e nel congelatore gli alimenti e per l’uso degli avanzi. Se gli studenti imparano a gestire meglio la cucina e gli avanzi, non solo aiuteranno il complesso d’Elm Village a ridurre il proprio impatto ambientale e ne faranno tesoro nella loro vita futura.

Educare i più giovani

EWWR BatucaMob in Belfast © Belfast City CouncilNell’area educational ha ottenuto la vittoria 49% less food waste in Bjurhovda school restaurant della scuola elementare svedese Bjurhovdaskolan/IDA unit. Hanno ridotto del 37 percento gli avanzi di cibo, motivando lo staff e i bambini attraverso un sistema premiante e visualizzando i risultati ottenuti di volta in volta immettendo delle palle colorate dentro ad un tubo trasparente presente nel ristorante. Per la categoria Altro, ha vinto Ademe, Medica, con l’azione “Better take care of the environment by reducing waste”, che si è svolta in 162 case di cura e coinvolgendo 10000 ospiti e 7000 impiegati. Tra le azioni messe in atto: la cooperazione tra case di cura e scuole e con la realizzazione di sciarpe di lana fatte a mano per la Croce Rossa.

Il premio speciale della Giuria è andato  all’Agencia de residus de Catalunya: gli organizzatori della settimana EWWR in Catalogna si sono distinti per la costanza nelle tre edizioni della EWWR ARC Catalan Waste Agency. Tra le loro iniziative: 20 città della Catalogna che distribuiscono nelle scuole solo snack con contenitori riutilizzabili.

Salva

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1427 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6174 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7106 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9785 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10699 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 179 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1303 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10665 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 319 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14224 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14225 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1816 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7964 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2778 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1523 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 566 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 579 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1554
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY