Wise Society : Palermo si attacca al tram…high tech
SPECIALE : Mobilità sostenibile
ARTICOLI Vedi tutti >>

Palermo si attacca al tram…high tech

Inaugurata la prima delle tre linee di tram metro di ultima generazione che verranno ultimate entro il 2015 e che miglioreranno il trasporto pubblico della città

16 luglio 2014

Foto: ufficio stampa Comune di PalermoProprio poche ore prima che una folla di oltre 300 mila persone si riunisse per le vie cittadine per festeggiare la Santa patrona (Rosalia), a Palermo entrava in funzione la prima delle tre linee di tram-metro programmate nel capoluogo siciliano.

Per ora sarà possibile muoversi su 4 dei 5 chilometri complessivi della linea 1 che collegherà il centro della città con Roccella. E tra un anno saranno in funzione 15 chilometri di linee di tram di ultima generazione (tutti in una sede protetta che non interferirà con il traffico cittadino), per un totale di 30 chilometri di rotaie installate. Secondo le stime dei tecnici, ogni corsa eviterà la circolazione di almeno 102 auto e l’emissione di quasi 5 chili di CO2.Una vera boccata di ossigeno per la città che ogni anno risparmierà 423 mila tonnellate di gas serra.

Capace di viaggiare fino ad una velocità di 70 km orari, il tram è dotato di sistemi informativi sia per il conducente che per i passeggeri e di un computer di bordo (che funziona grazie ad un ponte radio che segue e monitora il tram durante tutto il suo percorso) in grado di adeguare la velocità e la sosta alle fermate per garantire un servizio puntuale.

Un progetto importante che rientra in un più ampio programma di grandi opere volto a cambiare il sistema della mobilità palermitana. Alle 90 linee urbane ed extraurbane e alle due linee di metropolitana per complessive 17 stazioni, si aggiungeranno entro il 2016 anche due metropolitane ferroviarie, quella verso l’aeroporto di Punta Raisi e quella verso Cefalù per un investimento di un miliardo di euro. Ma non solo: Palermo nei prossimi anni avrà anche una nuova circonvallazione che si svilupperà per l’80% in sotterranea. E dulcis in fundo il Comune ha in cantiere anche il progetto della Metropolitana automatica leggera che porterà dal centro alla famosa spiaggia di Mondello per il quale il ministero delle infrastrutture ha già assicurato il 60% del finanziamento.

Non male per una città da sempre congestionata dal traffico diventata parodia anche nel film Johnny Stecchino secondo lo zio del quale: “Il problema principale di Palermo è il traffico”.

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1846 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22736 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 643 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7226 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22738 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8150 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22735 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6289
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY