Wise Society : Il baco da seta: insetto edibile «dolce» di cui non si getta via nulla
ARTICOLI Vedi tutti >>

Il baco da seta: insetto edibile «dolce» di cui non si getta via nulla

Marco Ceriani di Italbugs sta lavorando alla filiera del bombyx mori che può essere utilizzato nell'industria tessile, cosmetica e alimentare

Mariella Caruso/Nabu
29 agosto 2017

xdutch proteine pulite novel food marco ceriani integratori per lo sport insetti edibili insetti entomofagia cosmetici bombyx mori baco da seta«Del baco da seta non si getta via nulla, un po’ come capita col maiale», dice Marco Ceriani, nutrizionista autore del libro “Si fa presto a dire insetto” e fondatore di ItalBugs, start-up con sede nel Parco tecnologico di Lodi e succursale a Wageningen, in Olanda, dove la locale università è rinomata per le ricerche sugli insetti edibili. Oltre alla fibra tessile, del baco da seta (bombyx mori), infatti, possono essere utilizzati anche i prodotti di scarto per la produzione di cosmetici, come biomassa e, dulcis in fundo, anche per l’alimentazione. «Due anni fa nel padiglione belga di Expo2015 con il quale avevamo avviato una collaborazione, abbiamo presentato e fatto assaggiare il Panseta, panettone realizzato con il 15% di farina di baco di seta», ci ha raccontato Ceriani in occasione di Seeds & Chips, fiera milanese dell’innovazione alimentare diventata un punto di riferimento per il settore. «Il baco da seta – continua Ceriani – non è un contaminante ambientale, si nutre solo di foglie di gelsi, viene allevato da secoli e rispetta tutti i canoni richiesti dall’Unione Europea per gli insetti destinati all’alimentazione. L’idea di ricavarne farina, che ha un leggero sapore di vaniglia, rientra nell’utilizzo che, credo, inizialmente si farà in Italia degli insetti: moliti e utilizzati per altre preparazioni».

ECONOMIA CIRCOLARE. Proprio perché del baco da seta si può utilizzare ogni parte è possibile realizzare intorno ad esso «un sistema di economia circolare», spiega il nutrizionista che già produce in Olanda e vende on line integratori per sportivi a base di proteine ottenute da insetti. «Stiamo studiando la filiera del baco da seta insieme ad alcune persone interessate a far rinascere il distretto di sericoltura di Ascoli Piceno. In contemporanea all’introduzione delle nuove normative è possibile infatti – argomenta l’imprenditore – inserirsi sia nel settore della moda, sia in quello della cosmesi, sia in quello dell’alimentazione umana». Sempreché il Bombyx mori, o baco da seta che dir si voglia, venga annoverato dall’Efsa tra quelli edibili (European Food Safety Authority).

PROTEINE PULITE. Quelle del baco da seta sono, come quelle ottenute dagli insetti già inseriti nella propria dieta da oltre due milioni di persone nel mondo, proteine pulite prodotte con il minimo impatto ambientale, ricche di vitamina B12 e di acidi grassi essenziali omega-3 e omega-6. L’entomofagia, che è il consumo alimentare di insetti, non fa parte, almeno fino a questo momento, parte del patrimonio culturale dell’Occidente. Tanto potrebbe però cambiare a partire dal 1° gennaio 2018 quando anche in Europa entrerà in vigore la legge sul Novel Food. Nell’attesa da luglio 2017 alcuni insetti (mosca soldato nera e mosca comune; tenebrione mugnaio e alfitobio; grillo domestico, gryllodes sigillatus e grillo silente) possono essere utilizzati come mangime per l’acquacoltura. L’autorizzazione sarà estesa nei prossimi mesi anche all’alimentazione di polli e suini. Cosa cambierà, di fatto, nelle nostre abitudini di tutti i giorni? Poco o nulla, almeno all’inizio. Però molto si sta muovendo: c’è chi è pronto a commercializzare prodotti a base di insetti. E non solo, appunto, con quelli che riempiono il nostro immaginario come grilli e cavallette.

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 28182 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 28273 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3010 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 23268 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21035 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27128 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 28272 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 28275 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 25939 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 28271 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 28274
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY