Wise Society : Abiti usati: riciclarli aiuta le persone in difficoltà. Ma anche l’ambiente
ARTICOLI Vedi tutti >>

Abiti usati: riciclarli aiuta le persone in difficoltà. Ma anche l’ambiente

In Italia ogni anno vengono raccolte 110 mila tonnellate di vestiti che riducono l'emissione di Co2 di oltre 400.000 tonnellate e il consumo di acqua

27 maggio 2015

 

Foto Giuseppe Nicoloro/FlickrIn base ai dati di Humana e Occhio del Riciclone in Italia ogni anno vengono raccolte 110 mila tonnellate di vestiti attraverso i cassonetti gialli posizionati nelle città di tutta Italia. Abiti non più utilizzati dai proprietari ma ancora “buoni” e fruibili da altre persone. Oppure riciclabili nella catena della produzione del tessile.

Un recupero che ha un giro di affari di 200 milioni per una media raccolta per cittadino di 1,8 kg pro capite. «Abbiamo un margine di miglioramento: possiamo raggiungere i 4 kg per ogni abitante, per un totale di 400 milioni di euro», afferma Gianfranco Bongiovanni di Occhio del Riciclone.

Ma il riutilizzo degli indumenti ha anche un positivo impatto sull’ambiente. Nel 2013, grazie al recupero, si è evitato di immettere in atmosfera una quantità di Co2 compresa tra le 396.000 e le 451.000 tonnellate. Inoltre, sono stati risparmiati 462 miliardi di litri di acqua.

Ma non solo: il mercato dell’usato vale 3 miliardi annui di fatturato e sono migliaia i lavoratori assunti in questo settore. Anche l’esportazione ha un effetto positivo: “Se gestito bene, il riciclo genera una offerta di indumenti a basso costo nei Paesi più poveri”, afferma ancora Bongiovanni.

E sono tanti e virtuosi i progetti generati da alcune ong come Humana onlus che grazie agli oltre 17,3 milioni di chili di vestiti usati raccolti nei propri cassonetti, hanno dato vita a 42 progetti nel Sud del mondo e azioni sociali e di sensibilizzazione in Italia. Un contenitore per la raccolta vestiti di Humana, in 1 anno, crea valore che consente la realizzazione di quattro orti scolastici in Mozambico, o permette di formare 5 piccoli coltivatori sulle tecniche di agricoltura sostenibile e fornire cibo sano e variegato a bambini, donne e uomini delle comunità locali coinvolte.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1827 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21275 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1842 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 345 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24295 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24294 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 126 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 480 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 904
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY