Wise Society : Fruttaincampo, il supermercato all’aria aperta
ARTICOLI Vedi tutti >>

Fruttaincampo, il supermercato all’aria aperta

A Milano nel Parco Agricolo Sud un'azienda agricola biologica offre ai propri clienti la possibilità di scegliersi la frutta cogliendola direttamente dagli alberi

Fabio Di Todaro
30 aprile 2018
fruttaincampo, supermercato, aria aperta

A Fruttaincampo i visitatori possono passeggiare liberamente e raccogliere i frutti dai rami degli alberi. All’uscita dal campo la frutta raccolta viene pesata per l’acquisto finale, Image by iStock

Nove specie: mele, pere, susine, ciliegie, albicocche, pesche, viti, more e mirtilli. Oltre duemila piante, con molteplici varietà: differenti per tempi di maturazione, sapori e profumi. È questa l’offerta di «Fruttaincampo», frutteto cittadino aperto a Milano dallo scorso 7 aprile. L’idea di realizzare un simile spazio è venuta a un gruppo di agronomi, titolari di un’azienda agricola biologica che si trova in zona San Siro: nel pieno del parco agricolo Sud. Lo scopo, stando a quanto si legge sul sito del progetto, «è quello di produrre in modo sano frutta che possa essere raccolta direttamente dal consumatore, nel momento della sua massima maturazione. Questo permette di portare in tavola sempre frutta fresca, maturata sulla pianta e quindi ricca di sapori, profumi e sostanze nutritive». E quindi: niente prodotti chimici, letame come fertilizzante, reti anti-insetto per ridurre al minimo i trattamenti. «Avevamo un sogno: creare in città un luogo bello, sano e sicuro, dove tutti, anche i bambini, potessero scoprire la bellezza dei fiori e delle piante, e raccogliere i frutti al momento giusto», spiega l’agronomo Sergio Pellizzoni.

Si passeggia tra i filari con i cestini, si sceglie la frutta, si coglie e si paga all’uscita in base al peso. «Nel campo lavorano solo i soci nel loro tempo libero e non abbiamo intermediari. Ma soprattutto offriamo la garanzia di prodotti freschi, sani e naturali – aggiunge la naturalista Alessandra Davini -. Coltivati in modo ecocompatibile. E proponiamo anche varietà ormai sparite dai negozi come la piccola pera mirandino rosso o la dolcissima uva sultanina». Il campo dovrebbe rimanere aperto al pubblico da maggio fino a ottobre. La coltivazione segue i ritmi naturali di maturazione dei frutti, che vengono coltivati senza l’utilizzo di prodotti chimici. I visitatori potranno passeggiare liberamente e raccogliere i frutti dai rami degli alberi. All’uscita dal campo la frutta raccolta sarà pesata per l’acquisto finale: in questo caso, sarà proprio come essere a un supermercato, però all’aria aperta. Ai cittadini milanesi l’idea di poter fare la spesa in maniera diversa dal solito potrebbe fare piacere.

Twitter @fabioditodaro

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 29892 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22773 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 29891 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 23419 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7184 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 29893 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 29895 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 29894 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 29897 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 29896
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY