Wise Society : Estate: le indicazioni per far mangiare bene i bambini
SPECIALE : La guida per conoscere l’acqua
SPECIALE : Combattere l’obesità
ARTICOLI Vedi tutti >>

Estate: le indicazioni per far mangiare bene i bambini

Pesce, verdura, frutta, riso e naturalmente tanta acqua: questi i consigli del SIPPS per offrire ai più piccoli una corretta e sana alimentazione anche d'estate

Fabio Di Todaro
25 luglio 2018

È estate da oltre un mese, ma per molte famiglie l’ora delle vacanze scoccherà soltanto ad agosto. I mesi estivi, per i più piccoli, rappresentano l’occasione per mettere assieme quelle esperienze che non si riescono a collezionare durante le stagioni più fredda. Ma l’estate è anche un periodo dell’anno in cui è più frequente trasgredire alle regole della buona tavola. In questo modo si espongono i più piccoli al rischio di tornare sui banchi di scuola con qualche chilo di troppo. Cosa fare, dunque, per trascorrere i mesi estivi all’insegna della sana e corretta alimentazione?

estate, alimentazione, bambini, sipps

Secondo i pediatri in estate è necessario coinvolgere i bambini nella spesa, in modo che siano loro a suggerire di provare un pesce o una verdura che non hanno mai provato, Image by iStock

LE INDICAZIONI PER FAR MANGIARE BENE I BAMBINI – Per rispondere a questa domanda, la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (Sipps) ha redatto una guida utile per i genitori. «La prima regola è mangiare sano, con attenzione soprattutto alla varietà nei tipi di verdure e di pesce – spiega Andrea Vania, responsabile del centro di dietologia e nutrizione pediatrica del policlinico Umberto I di Roma -. Occorre coinvolgere i bambini nella spesa, in modo che siano loro a suggerire di provare un pesce o una verdura che non hanno mai provato. Il coinvolgimento è d’aiuto anche in cucina: si tratta di un’indicazione che viene spesso data anche nel trattamento dell’obesità». Insieme ai cereali e a un’adeguata assunzione di acqua, la frutta e la verdura costituiscono le basi della piramide alimentare. «Se ne devono assumere ogni giorno e almeno in due o tre occasioni – rammenta Giuseppe Di Mauro, pediatra di famiglia e presidente della Sipps -. Meglio scegliere frutta e verdura fresca di stagione da consumare possibilmente con la buccia, per incrementare l’apporto di fibra».

NESSUNA BEVANDA VALE QUANTO L’ACQUA – Un approfondimento è dedicato anche al capitolo delle bevande. L’acqua viene al primo posto, mentre può non esserci tranquillamente posto per le bevande zuccherate: poco dissetanti e troppo ricche in energia. I succhi di frutta possono diventare un buono spuntino di emergenza, ma non sono comunque dei validi sostituti della frutta che è unica con il suo contenuto in fibra e il suo alto potere saziante. Per questa c’è il via libera: sia come spuntino sia a fine pasto. Pesche, albicocche, melone, anguria, prugne, susine, pere, fichi, fichi d’india, ciliegie e uva: ecco l’elenco dei frutti da preferire durante la bella stagione. Quanto al , meglio prepararlo in casa per non dover rifugiarsi in quelli confezionati. I succhi di frutta possono diventare un buono spuntino di emergenza, ma non sono comunque dei validi sostituti della frutta che è unica con il suo contenuto in fibra e il suo alto potere saziante.

estate, alimentazione, bambini, sipps

In estate nella dieta dei bambini non deve esserci posto per le bevande zuccherate, mentre devono abbondare frutta e verdura, Image by iStock

PREDILIGERE PASTI LEGGERI – A pranzo, che lo si consumi in spiaggia o in montagna, meglio evitare piatti elaborati come pasta al forno o timballi, spesso ricchi di grassi che rallentano la digestione e creano sensazione di pesantezza. Un panino può diventare un buon pasto: scegliendo pane fresco e condito con tanta verdura (pomodori, insalata, verdure grigliate) e qualche fetta di prosciutto o arrosto di tacchino o mozzarella o uovo sodo. Il riso può essere una valida alternativa, eventualmente condito a insalata. Quanto alle verdure, non è comodo né igienico portarsi da casa verdure cotte o insalate. Cetrioli, da sbucciare sul momento, o finocchi possono sostituirli in maniera adeguata: per quanto sono ricchi di acqua e di potassio, con pochissime calorie.

Twitter @fabioditodaro

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 374 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30401 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27705 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30400 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8877 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 320 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1406 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14444 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7054 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 20219 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22246 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12841 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26644 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 310
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY